Tempo di lettura: 2 minuti

MILANO – Non solo diritti tv nell’Assemblea della Lega B di oggi a Milano. Alla seduta hanno partecipato 18 società su 19 iscritte al campionato (assente il Palermo); per l’U.S. Lecce era presente l’Ad Alessandro Adamo. L’assemblea ha ritenuto insufficienti le offerte per gli highlights esclusivi in tv, 90° Minuto e Tutto il calcio minuto per minuto. Quindi, si andrà avanti in trattativa privata.

Il prossimo Consiglio direttivo, che si terrà venerdì 3 agosto, si occuperà di stabilire il format del campionato, se si giocherà durante le festività natalizie, quando disputare i turni infrasettimanali e le soste del torneo. L’assemblea ha inoltre stabilito di consultare le aree tecniche sulla possibilità di aumentare a 5 il numero dei cambi duramnte le gare e poi la decisione passerà al vaglio dello stesso Consiglio. La cerimonia per la stesura del calendario è invece confermata per lunedì 6 agosto a Cosenza.

L’assemblea ha poi decretato anche il blocco dei ripescaggi fino a 20 squadre, attendendo l’esito sui ricorsi alla Giustizia sportiva che arriverà a giorni. È stata confermata, in sostanza, la volontà di avere il format a 20 squadre. Sarà la Figc, nella persona del commissario straordinario Roberto Fabbricini, a decidere. Domani intanto si discutono i ricorsi di Avellino e Bari, dopodomani quello di Pro Vercelli, Ternana e Siena contro il Novara. Inoltre, gli irpini hanno presentato il ricorso in sovrannumero (attualmente sono 22 le squadre del campionato di Serie B). Se dovesse essere la ventitreesima, sarebbe ripescata come tale.

Nel corso della riunione si è deciso di confermare la formula attuale dei play-off e play-out per semifinali e finali, con le stesse regole dell’anno scorso. Non è passata, quindi, la proposta della finale in gara unica. Infine, è stato chiesto alla Federazione di vendere uno spazio sulle magliette dove applicare un patch unico per tutte le partecipanti ed a breve sarà individuato uno sponsor.

Commenti