Tempo di lettura: 1 minuto

LECCE – Un incremento del 10% nella raccolta differenziata degli imballaggi in acciaio nei primi tre mesi del 2018 e una raccolta pro capite di oltre 2 chilogrammi per abitante in un anno. Tra le città del Sud Italia, Lecce è una delle più sensibili e attente all’ambiente. Il Comune di Lecce è stato premiato ieri a Roma nell’ambito di Comuni Ricicloni, l’iniziativa di Legambiente che ogni anno individua in Italia le amministrazioni locali con le migliori performance di raccolta differenziata e di gestione dei rifiuti. Il riconoscimento è stato assegnato da RICREA, il Consorzio Nazionale Riciclo Imballaggi Acciaio, uno dei sei consorzi di filiera che compongono il Sistema CONAI.

La raccolta differenziata degli imballaggi in acciaio a Lecce è svolta tramite raccolta multimateriale vetro e metalli con sistema porta a porta. L’Amministrazione Comunale ha una convenzione diretta con Ricrea dall’inizio del 2016 per la raccolta degli imballaggi in acciaio che vengono selezionati presso una piattaforma del territorio per poi essere avviati ad un operatore per la successiva valorizzazione e invio in acciaieria.
L’acciaio è il materiale più riciclato in Europa: è facile da differenziare e viene riciclato all’infinito senza perdere le proprie intrinseche qualità. Grazie alle 361.403 tonnellate di acciaio recuperato dagli imballaggi in Italia nel 2017 si è ottenuto un risparmio diretto di 686.660 tonnellate di minerali di ferro e di 216.842 tonnellate di carbone, oltre che di 646.922 tonnellate di anidride carbonica.
Commenti