Tempo di lettura: 5 minuti

PERUGIA (di Luca Manna) – Il 21 Giugno inizia ufficialmente l’estate. Sarà la giornata più lunga che ci sia ed avremo a disposizione più di 15 ore di luce per affinare la tintarella o per soffrire a più riprese nei nostri luoghi di lavoro, di formazione o nelle nostre abitazioni. Il 21 Giugno 2018, però, è anche l’inizio di un’estate che al giallo del sole che ci illuminerà più del solito, ha voluto mischiare il rosso del nostro cuore che quest’anno batte forte come non mai in attesa del tanto sospirato ritorno in Serie B, che rende l’attesa dell’esordio un mix di ansia e trepidazione per ciò che ci aspetta da agosto in poi.

Un’estate in B dove il caldo non ci fa paura perché distratti da tutto ciò che si muove intorno al nostro Lecce, un’estate nella quale ci sarà da divertirsi e che fino ad oggi ci ha già riservato diversi colpi di scena non trascurabili. Il calciomercato, per esempio è già entrato nel vivo in maniera importante e fra le decine di nomi che quotidianamente vengono accostati al Lecce, già diverse sono le certezze in nostro possesso.

Thomas Haye, Cosimo Chiricò e Davide Riccardi sono diventati nell’ultimo mese e mezzo giocatori di proprietà del Lecce e se mentre per il primo preferisco aspettare e capire quale sarà il suo futuro, per gli altri due possiamo affermare che si tratta di investimenti importanti e soprattutto di giocatori pronti, ma anche di prospettiva futura, in grado magari di garantire al club, se tutto andrà per il verso giusto, qualità e quantità sul rettangolo verde e, forse, futuri introiti importanti per le casse della società. Insomma, parliamo di investimenti per il futuro che solo con un presente importante per le loro carriere potranno essere “riusciti” e siamo certi che sia l’olandese, che conosciamo tramite le recensioni degli addetti ai lavori, che il centrale difensivo che invece conosciamo direttamente, siano in possesso di tutti i requisiti chiave per “sfondare” in maglia giallorossa.

Ovviamente, molto ci sarà ancora da fare e nulla sappiamo su quanto ancora accadrà e su cosa stia lavorando realmente Mauro Meluso con l’ausilio di Fabio Liverani; l’unica certezza è che il Ds ed il mister sono sempre molto ermetici e spesso sorprendenti quando si tratta di ufficializzare i colpi portati a termine. Dimostrazione di quanto detto è, per esempio, il mancato riscatto di Matteo Di Piazza. Il bomber palermitano sembrava essere un punto fermo del nuovo Lecce pronto ad affrontare la serie B ed un po’ tutti, sin da subito dopo Lecce-Paganese, avevamo dato per scontato la sua permanenza in maglia giallorossa; invece non è stato così ed è ufficialmente notizia di questo inizio di estate il voluto mancato riscatto dell’oramai ex numero 9, notizia che ha causato qualche malumore come sempre accade quando si parla di un giocatore fra i più amati dall’ intera tifoseria.

Invito da qui a mantenere equilibrio nei giudizi e soprattutto a non intaccare la fiducia che dobbiamo avere nel tecnico, nel Ds ed in tutta la società, fiducia meritata, giusta e che andrebbe ripagata con tantissimi abbonamenti. Lo dico pur essendo un grandissimo estimatore di Di Piazza, del suo modo di giocare e del suo carattere forte ed a volte difficile e lo dico perché il nostro “mestiere” di tifosi ci impedisce di sapere e conoscere le dinamiche e le valutazione fatte da chi ha come propria competenza quella di scegliere e pianificare per il bene del Lecce che verrà.

Ma questa estate Bellissima non vive solo di acquisti e cessioni ma è piena di altri avvenimenti che condizioneranno il futuro prossimo o quello lontano che sia.

Tralasciando il problema dell’impianto di illuminazione del “Via del Mareprontamente risolto ed in attesa del 2 Luglio, “data X” comunicata da Corrado Liguori e dalla quale ci aspettiamo, al netto di sorprese, novità su campagna abbonamenti e sponsor tecnico, è la notizia dell’aumento delle quote societarie di René de Picciotto a catturare attualmente la nostra attenzione. Quando imprenditori la cui forza economica è chiara a tutti decidono man mano di continuare ad investire in un progetto calcistico, la naturale conclusione è che quel progetto sia forte, importante, ambizioso e probabilmente anche appetibile a molti.

La notizia di oggi è, a mio avviso, bellissima e che aumenta la stima e la gratitudine verso chi questo progetto lo ha visto nascere, lo ha portato in grembo ed ancora oggi lo aiuta a crescere come un padre farebbe con un figlio. Faccio il mio personale plauso a Saverio Sticchi Damiani, lo stesso Liguori, Alessandro Adamo e tutti gli altri perché quella di oggi è un’altra vittoria, un altro goal meraviglioso, un altro tassello verso una crescita societaria importante la cui naturale conseguenza si spera sia un riscontro importante anche sul campo. Non ho mai amato volare con la fantasia, ma quanto accade da quando questo gruppo societario ha in mano il timone della nave giallorossa mi induce spesso ad immaginare e sognare cose meravigliose e ciò altro non è che la naturale conseguenza del sentirsi al sicuro fra braccia innamorate quanto me della maglia giallorossa.

Insomma, arriva l’estate e le premesse sembrano essere più che positive; non ci resta che sdraiarci sul lettino davanti al mare e, sorseggiando una bibita fresca, osservare, aspettare e sognare fino alla fine di Agosto quando la malinconia di ciò che starà per finire non verrà sostituita dall’adrenalina dell’avventura che starà per iniziare. È il 21 Giugno, inizia l’estate: tifosi giallorossi, e…state in B!

Commenti