Tempo di lettura: 1 minuto

RACALE –  Nelle scorse ore, i baschi verdi del Comando provinciale della Guardia di Finanza di Lecce hanno sequestrato beni mobili ed immobili per un valore di 15 milioni di euro, riconducibili ad un’impresa con sede amministrativa a Racale, che opera nell’assemblaggio e cura la gestione di apparecchi di intrattenimento e divertimento (slot machine).

Il gruppo commerciale, secondo le indagini svolte dagli investigatori, avrebbe dato vita ad un‘organizzazione criminale dedita all’esercizio del gioco illegale attraverso l’alterazione delle slot machine.

Il provvedimento di sequestro anticipato patrimoniale, che riguarda diversi centri del Basso Salento, è stato emesso dalla seconda sezione penale del Tribunale di Lecce su richiesta del procuratore aggiunto Guglielmo Cataldi.

Commenti