Tempo di lettura: 2 minuti

LECCE (di Italo Aromolo) – Missione compiuta e traguardo in avvicinamento per il Lecce che non tradisce le attese e regola 2-0 il Racing Fondi: analizziamo le principali situazioni di gioco nella nostra video-analisi tattica.

Dopo l’eurogol di capitan Checco Lepore che apre le marcature, la formazione giallorossa legittima il vantaggio con azioni di buona qualità, che vedono particolarmente ispirati Marco Mancosu e Salvatore Caturano, protagonisti già nel primo tempo di una triangolazione che fa abboccare i difensori del Fondi e porta al tiro il centrocampista sardo.

Azione che si ripete quasi in fotocopia nella ripresa, quando in un fazzoletto di 10 avversari schierati in appena 10 metri sono sempre Caturano e Mancosu a cucire una splendida combinazione che avrebbe meritato la rete solo per il colpo di tacco con cui l’attaccante ha liberato al tiro il compagno in inserimento. Pochi secondi dopo è ancora Mancosu ad innescare un azione che scardina la fitta difesa del Fondi con le armi della rapidità e verticalità: l’interlocutore questa volta è Matteo Di Piazza che nell’uno-due è servito con l’ attimo di ritardo sufficiente a far scattare la trappola del fuorigioco. A lato si sovrappone anche Simone Ciancio, mentre al centro si libera Caturano che realizza però a gioco fermo.

Il secondo gol nasce da una situazione tattica abbastanza atipica per lo scacchiere del Lecce con il trequartita Andrea Tabanelli che si allarga lungo-linea per raccogliere il servizio di Marco Armellino e andare al cross dalla fascia. Il movimento sul primo palo di Di Piazza coglie controtempo marcatore e portiere avversario, permettendo all’attaccante giallorosso di correggere verso lo specchio sguarnito in piena solitudine. Il “Via del Mare” tira un sospiro di sollievo e già si proietta con tutto il suo entusiasmo alla prossima sfida contro la Paganese che potrebbe valere la Serie B.
Commenti