Tempo di lettura: 2 minuti

LECCE – Rituale conferenza stampa pre-gara per mister Fabio Liverani, che stamane ha incontrato i giornalisti al “Via del Mare” per fare il punto in casa-Lecce alla vigilia della sfida contro il Catanzaro. Il tecnico dei salentini ha parlato delle insidie che la gara può nascondere per la sua squadra, che non potrà contare su tutti gli effettivi a causa dei problemi di salute che attanagliano alcuni giocatori come Costa Ferreira e Caturano. In compenso, potrà contare sui nuovi arrivati Saraniti e Tabanelli che potrebbero giocare titolari nell’undici che affronterà i calabresi: “Nella gara d’andata con il Catanzaro fu la mia prima partita sulla panchina giallorossa. Da quel momento è iniziato un percorso di grande crescita da parte nostra. Rispetto ad allora troveremo un avversario con un allenatore diverso (Dionigi al posto di Erra, ndr) e che anche nella sessione invernale del mercato ha cambiato qualcosa. Loro vengono da due risultati utili consecutivi: una vittoria e un pareggio. Noi dovremo continuare sulla strada intrapresa, disputando una gara con ritmo, ma senza frenesia per sfruttare il turno casalingo. Il nostro calciomercato? Forse è passato un po’ sottotraccia, ma va rivolto un ringraziamento forte alla società che ha compiuto degli sforzi economici importanti e che hanno innalzato la competitività nella rosa grazie all’innesto di giocatori motivati. Chi è arrivato si è integrato molto bene, come se stesse con noi da mesi. Per numeri e qualità, la difesa la ritenevo al completo, forse ci mancava qualcosa a centrocampo. Ci siamo quindi garantiti elementi consapevoli che il loro arrivo è funzionale all’obiettivo finale. Mi dispiace per Pacilli, che per il 4-3-3 è un giocatore forte, ma è rimasto fuori solo per motivi tecnico-tattici. Tabanelli? Avevo in mente due identikit per quel ruolo: il primo era Chiaretti, a cui abbiamo fatto un’offerta fuori dalla categoria. Altre caratteristiche mancanti nella rosa le abbiamo trovate in Tabanelli: sa inserirsi, ha buona visione di gioco e con buone doti di tiro. Ha grande entusiasmo e spirito di sacrificio, ma non ha ancora i 90 minuti nelle gambe e valuterò nelle prossime ore come impiegarlo“.

Commenti