Tempo di lettura: 5 minuti

catania-lecceCATANIA – Dopo il successo sul Trapani, il Lecce era atteso da un altro scontro diretto contro un’altra diretta concorrente per la promozione in B. I giallorossi di Rizzo, privi dello squalificato bomber Di Piazza e dell’infortunato centrocampista Costa Ferreira, hanno però subito una lezione dai rossazzurri di mister Lucarelli che hanno vinto con merito la sfida grazie ad un centrocampo superiore numericamente e tecnicamente, surclassando i salentini sul piano della manovra, della velocità e della voglia. Di Biagianti nel primo tempo, Marchese e Russotto nella ripresa le reti degli etnei che centrano il primo successo della stagione ed agganciano proprio la formazione giallorossa a quota 4.

Primo Tempo:

2′ cross insidioso dalla destra di Caccetta per Curiale appostato al centro-area, Perucchini esce in presa alta e blocca la sfera;

3′ Arrigoni perde palla a centrocampo sul pressing di Biagianti che s’invola verso l’area, salta Cosenza, ma viene bloccato da un intervento pulito di Drudi in scivolata;

5′ ripartenza del Lecce con Mancosu che serve in profondità Caturano che però era in fuorigioco;

6′ Marchese serve ancora Biagianti che crossa al centro ma troppo sul portiere giallorosso;

7′ conclusione velleitaria di Lepore dai 25 metri, para Pisseri;

9′ altra conclusione dalla lunga distanza del capitano leccese che non impensierisce l’estremo catanese;

14′ Perucchini anticipa in uscita Curiale servito in verticale con un rasoterra;

16′ Catania ancora pericoloso con Caccetta che lancia lungo per l’imprendibile Russotto, il quale aggancia in piena area di rigore ma calcia sul primo palo dove Perucchini fa buona guardia;

18′ Curiale approfitta di un errato rinvio della difesa ospite e calcia dal limite, ma il suo diagonale è abbondantemente a lato;

marco-biagianti-catania20′ GOL CATANIA: Assalto alla porta del Lecce dei rossazzurri che cercano la via della rete prima con Caccetta su cui Perucchini compie un miracolo, la palla s’impenna e viene toccata da un nugolo di giocatori, altra respinta alla disperata di Di Matteo quasi sulla linea e tap-in finale di capitan Biagianti che spedisce in fondo al sacco per il vantaggio siciliano;

23′ reazione del Lecce: Lepore su punizione serve in area Caturano che spizza quel tanto da indirizzare la sfera verso la base del palo alla sinistra di Pisseri che in tuffo manda in angolo;

27′ Aya, liberissimo in area di rigore, colpisce bene di testa sugli sviluppi di un corner ma alza troppo la mira e manda la palla alta sulla traversa;

29′ tiro-cross di Russotto che impegna Perucchini in una respinta bassa;

30′ Armellino appoggia la sfera a Lepore che, appena dentro l’area, scaglia un diagonale che costringe il portiere rossazzurro a smanacciare a guantoni aperti;

31′ sulla ripartenza di un Russotto a tratti imprendibile l’attaccante del Catania entra in contatto con Cosenza e reclama il penalty, ma Massimi fa proseguire;

35′ sempre Russotto si sistema la sfera e calcia dal limite a fil di palo con Perucchini che sembrava comunque sulla traiettoria;

44′ la gara si accende sul piano nervoso: ammoniti Esposito per un fallaccio ai danni di Di Matteo che avrebbe meritato il rosso (entrata a piedi uniti) e Perucchini per proteste; gli animi si surriscaldano e l’arbitro espelle mister Lucarelli;

47′ su un rapido capovolgimento di fronte, Curiale si lancia dritto verso la porta del Lecce, ma non trova lo specchio;

48′ ammonito Cosenza per un intervento da tergo su un avversario per impedire ai padroni di casa la ripartenza che aveva portato Curiale al tiro;

48′ dopo 3 minuti di recupero, l’arbitro manda le due squadre negli spogliatoi in un clima arroventato.

Secondo Tempo:

49′ tiro di Lodi dalla distanza che non inquadra lo specchio dello porta;

50′ CAMBIO LECCE: entra Pacilli ed esce Arrigoni;

52′ tiro-cross rasoterra di Lepore con Pisseri costretrto a smanacciare in corner;

55′ Russotto sfrutta un rimpallo e s’incunea in area, crossa basso per Curiale ma impreciso e la difesa libera;

56′ ammonito Drudi per fallo su Russotto;

58′ miracolo di Perucchini su una punizione di Lodi dal limte. Il portiere leccese si salva anche con l’aiuto del montante;

60′ Pacilli carica il sinistro ed esplode una bordata dai 18 metri con Pisseri che sventa;

61′ CAMBIO CATANIA: entra l’ex giallorosso Semenzato per Esposito;

66′ Mancosu con una fiondata dal limite sfiora il pareggio a Pisseri battuto, ma la sfera termina di un nulla sul fondo;

66′ CAMBIO LECCE: esce Ciancio per Tsonev;

70′ Pacilli scodella su punizione a centro-area, la palla rimbalza e trova Caturano appostato sul secondo palo ma l’attaccante fallisce il più facile dei gol mandando alto sulla traversa;

73′ DOPPIO CAMBIO CATANIA: entrano Blondett e Fornito per Bogdan e Biagianti;

76′ Lecce vicinissimo al gol con Lepore che spara un missile terra-aria disinnescato da Pisseri in due tempi;

francesco-lodi78′ GOL CATANIA: Lodi serve d’esterno destro l’accorrente Marchese che dalla destra tocca al volo di piatto e trova un beffardo pallonetto all’incrocio che supera Perucchini;

81′ GOL CATANIA: Russotto, servito da Curiale in rapida ripartenza, stende il Lecce con la terza marcatura dei siciliani. Lecce in ginocchio;

82′ DOPPIO CAMBIO CATANIA: entrano Di Grazia e Bucolo per Caccetta e Russotto;

82′ CAMBIO LECCE: esordio in giallorosso per il lituano Dubickas che entra al posto di Torromino;

93′ Dopo 3 minuti di recupero l’arbitro Massimi fischia la fine dell’incontro.

Il tabellino: Catania-Lecce 3-0

Catania: Pisseri, Aya, Tedeschi, Russotto (dall’82° Di Grazia), Caccetta (dall’82° Bucolo), Lodi, Curiale, Marchese, Esposito (dal 61′ Semenzato), Bogdan (dal 73′ Blondett), Biagianti (dal 73′ Fornito). A disposizione: Martinez, Manneh, Djordjevic, Ripa, Mazzarani, Rossetti, Correia. All. Lucarelli

Lecce: Perucchini, Ciancio (dal 66′ Tsonev), Drudi, Cosenza, Di Matteo, Mancosu, Arrigoni (dal 50′ Pacilli), Armellino, Lepore, Caturano, Torromino (dall’82’ Dubickas). A disposizione: Chironi, Vicino, Marino, Riccardi, Gambardella, Valeri, Lezzi, Megelaitis. All. Rizzo

Stadio Angelo Massimino

Arbitro: Luca Massimi (Termoli) – Assistenti: Salvatore Affatato (Verbano-Cusio-Ossola) e Marcello Rossi (Novara)

Reti: Biagianti 20′; 78′ Marchese; 81 Russotto

Note: serata mite e terreno in discrete condizioni nonostante la pioggia caduta fino a ieri su Catania; Speattatori 9.583 (di cui 5.020 abbonati) per un incasso di 45.000 €; Recuperi: pt 3′, st 3′

Statistiche: tiri in porta 6-5; tiri fuori e/o respinti: 5-2; palle in area: 24-22; cross: 8-11; off-side 0-2; corner: 1-4; falli subiti: 7-9

Ammoniti: Esposito (C) 44′, Perucchini (L), 48′ pt Cosenza (L), 56′ Drudi (L)

Espulso: Lucarelli (C) 45′

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.