Tempo di lettura: 2 minuti
Riccardo Fissore, difensore del Fondi (fonte web)
Riccardo Fissore, difensore del Fondi (fonte web)

FONDI – L’inedita sfida di domenica tra Fondi e Lecce avrà un sapore speciale per un ex giallorosso ora in forza alla compagine laziale. Riccardo Fissore, due presenze in serie A col Lecce, è intervenuto ai microfoni di Radio Cusano Campus per parlare della sfida casalinga dell’Unicusano Fondi contro i giallorossi. Fissore, arrivato ad inizio ottobre per sopperire all’infortunio di Mucciante, ha preso in mano la difesa dell’Unicusano Fondi, squadra reduce da tre risultati utili consecutivi ed un solo gol incassato: “L’ambiente che ho trovato qui è ottimo, è perfetto, per lavorare. La società è composta da veri professionisti: tre risultati utili sono importanti per noi perché ci hanno fatto arrivare nelle parti alte della classifica. Queste cose portano entusiasmo e gente allo stadio. Vogliamo affrontare le prossime due partite con Lecce e Matera nella maniera migliore”.

Il centrale ricorda poi i suoi trascorsi con la maglia dei salentini: “Ero ragazzino quando sono stato lì ed ho esordito in serie A, avevo 19 anni. Mi hanno dato la possibilità di mettermi in mostra. Ho ricordi bellissimi ed ho ancora molti amici, a Lecce. È stata un’esperienza positiva, in una città stupenda che chiamano la Firenze del Sud. La gente è molto attaccata alla squadra, c’è un pubblico caldo e caloroso.

Sulla squadra di Padalino, Fissore chiosa: “Conosco molti giocatori del Lecce per averli affrontati. Il Lecce ha tanti punti di forza, dispone di calciatori di esperienza in tutti i settori. Parliamo di un organico costruito per puntare alla vittoria finale. Li rispettiamo e li temiamo, per questo ci stiamo preparando per arrivare a domenica nelle migliori condizioni”.

E sulla corsa promozione: “Io metterei tutte sullo stesso piano. Ho visto Lecce-Foggia e mi hanno impressionato entrambe. Il Matera lo sto seguendo da alcune settimane, ha uno degli allenatori più forti della categoria. Anche la Juve Stabia è fortissima. Parliamo di realtà che vogliono portare la propria in città in Serie B, realtà che hanno speso tanto. La differenza alla lunga la faranno il gruppo e la disponibilità dei singoli giocatori. Per adesso non vedo una favorita”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.