Tempo di lettura: 1 minuto

a.pascaNARDÒ- Tiene banco in questi giorni la vicenda legata alla presunta rissa tra genitori in occasione della partita giovanile di basket tra Devils Nardò e Mens Sana Mesagne. La società neretina, tramite un comunicato, ha chiarito l’accaduto, smentendo ogni voce relativa a diverbi violenti tra i presenti al PalAndrea. Di seguito la nota:

“Le società Andrea Pasca Nardò e Devils Basket Nardò desiderano con il seguente comunicato chiarire quanto accaduto nella gara svoltasi ieri mattina al Pala Andrea Pasca, valevole per il campionato under 15 d’eccellenza tra Devils Basket Nardò e Mens Sana Mesagne. Smentiamo categoricamente quanto riportato da alcuni media, ciò risulta essere falso e privo di ogni fondamento, in quanto non vi è stata alcuna rissa tra genitori, ma l’accaduto ha riguardato tesserati ed in particolare gli arbitri designati, Francesco De Carlo e Mattia Pascali ed il presidente neretino Carlo Durante, quest’ultimo si assume le proprie responsabilità sull’accaduto. Entrando nello specifico, al minuto ’36 con la formazione ospite avanti di due lunghezze, l’arbitro Francesco De Carlo fischia un infrazione di passi ad un giocatore neretino, che sfocia in un diverbio tra il presidente e lo stesso De Carlo. Diverbio che, con un minimo di buon senso da entrambi le parti, si sarebbe chiuso lì senza nessuno strascico polemico. La gara verrà successivamente sospesa. Senz’altro quanto accaduto è sicuramente un episodio che non fa parte dei principi morali di un campionato under 15. Tornando al capitolo media, chiediamo ai diversi organi di stampa di documentarsi realmente dei vari accaduti, prima di sparare a zero sull’accaduto e creare fantomatiche pagine nere di sport. La Devils Basket Nardò nella persona di Fabiana Liquori non ha alcuna responsabilità sull’accaduto”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.