Tempo di lettura: 2 minuti

striscione Curva Nord se restiamo in CLECCE (di Pierpaolo Sergio) – Avverrà solo martedì la ripresa degli allenamenti per l’U.S. Lecce. La truppa giallorossa, reduce dall’ineffabile sconfitta per 2-1 allo stadio “Oreste Granillo” contro una derelitta Reggina, si ritroverà alle ore 15:00 al Comunale di Squinzano per la iniziare il cammino di avvicinamento alla sfida di domenica prossima contro il Savoia.

Due giorni di riposo che, si spera, portino almeno un minimo di chiarezza in tutto l’entourage del club leccese, finito nell’occhio del ciclone a causa della prestazione inguardabile di cui la squadra si è resa protagonista al cospetto di un avversario in crisi di identità e fiducia, ma che in campo ha messo rabbia e determinazione sufficienti a far sciogliere capitan Abruzzese e compagni come neve al sole.

Se non ci saranno scossoni sulla panchina giallorossa nelle prossime ore, sono tanti i nodi da sciogliere per mister Dino Pagliari, ad iniziare dalle condizioni fisiche di Vinetot uscito per infortunio, come degli altri acciaccati Doumbia e Miccoli. Inoltre, dopo l’ennesima ammonizione incassata dall’arbitro Di Martino, anche Sacilotto sarà fuori causa vista la conseguente squalifica che il Giudice sportivo di Lega Pro gli comminerà martedì in quanto in diffida. In attesa di vedere quali saranno le ultime operazioni nel calciomercato di riparazione da parte della società giallorossa, per l’allenatore marchigiano si prospetta una settimana di fuoco.

I tifosi, almeno quelli che ancora hanno forza per reagire ed arrabbiarsi, sono sul piede di guerra. Non è peregrina l’ipotesi che, alla ripresa della preparazione del Lecce, ci possa essere una forte contestazione all’indirizzo di tutte le componenti societarie. Segno che il vaso è ormai colmo e che la pazienza non è infinita. Segnali in tal senso ne sono stati lanciati ed in maniera palese già da un mese a questa parte. Il balbettante cammino della formazione salentina non può trovare giustificazione alcuna dopo prestazioni indecenti come quella di ieri sera in cui si è fallita l’ennesima occasione per ridurre il distacco dalle battistrada Benevento e Salernitana pur costrette a sofferti pareggi con Foggia e Vigor Lamezia.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.