Tempo di lettura: 1 minuto
10670155_638729502891009_342700117295552908_n
Lo striscione contestato

LECCE – Un fumogeno accesso e lanciato dalle gradinate del Via Del Mare spalanca le porte del carcere ad A.P., 41enne leccese. L’episodio contestato all’uomo è avvenuto durante l’incontro Lecce – Paganese di sabato scorso. Inoltre, sempre secondo la Questura, A.P., avrebbe confezionato lo striscione, assemblandolo con pezzi di carta, che è apparso in Curva Nord durante l’incontro: “22.09.14. Fuori gli ultras dalle galere U.L.”. Anche questo elemento potrebbe aggravare la situazione dell’uomo, perché secondo gli inquirenti, lo slogan accennerebbe all’arresto di Gennaro De Tommaso, conosciuto come “Genny a’ carogna”, in merito ai fatti accaduti in occasione della finale di Coppa Italia del 3 maggio scorso; il noto ultrà napoletano è stato accusato di violazione “sul divieto di striscioni e cartelli incitanti alla violenza o recanti ingiurie o minacce”. Quest’accusa è stata formulata poiché l’ultrà indossava una maglietta con la scritta “Speziale libero”, con riferimento al ragazzo accusato di aver causato la morte dell’ispettore di polizia Filippo Raciti.

Il sostituto procuratore, Carmen Ruggiero, successivamente, preso atto delle indicazioni della Questura, ha disposto, per il tifoso leccese gli arresti domiciliari.

 

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.