Tempo di lettura: 2 minuti

Salvi, leccezionale.itSQUINZANO (di Carmen Tommasi) – Fosse per lui scenderebbe già da oggi in campo per affrontare il Pontedera e per dare un contributo importante ai suoi nella prima partita, ad eliminazione diretta, dei quarti di finale playoff contro la squadra rivelazione del girone B. Perché Stefano Salvi ha grinta ed entusiamo da vendere e, complice l’assenza per squalifica dell’esperto Romeo Papini, il centrocampista romano è pronto a scendere in campo al “Via del Mare” a protezione della difesa accanto all’uruguaiano Nicolas Amodio: “Noi stiamo bene fisicamente e in rosa ci sono compagni di grossa esperienza e perciò -esordisce il 27enne giocatore giallorosso, 22 presenze in campionato- speriamo di fare una bella gara in questo nuovo mini-torneo. Domenica mancherà Papini e per noi è un’assenza importante, perchè Romeo ha già disputato tante gare come questa. Io, nel caso in cui il mister dovesse farmi giocare sono pronto a scendere in campo e felice di essere rimasto a giocare a Lecce a gennaio”.

OSTACOLO “PONTE” – La quadra di Paolo Indiani non va sottovalutata sotto nessun aspetto: “Perugia in B? Era prevedibile, anche perché è stata a mio parere la squadra più continua. Noi, invece, prima dell’ultimo turno di campionato sapevamo che molto probabilmente nei quarti avremmo affrontato o il Pontedera o la Salernitana. Ci è capitata la squadra toscana, un gruppo che conosciamo bene, ma io dico che a questo punto un avversario vale l’altro. Dobbiamo lavorare bene in settimana e giocare questa gara secca in casa per noi è importantissimo”.

PUNTO A CAPO – Dimenticare quello che di buono è stato fatto in campionato e ripartire da zero negli spareggi playoff: “Da domenica inizia un mini-torneo, i playoff sono delle gare che vanno a sè. Nessuno, forse, lo ricorda, ma in questa stagione, dopo un inizio difficile con l’arrivo di mister Lerda, abbiamo fatto una grande rimonta con 19 vittorie e dopo cinque gare avevamo zero punti. Ma ora il passato non conta nulla, conta solo il Pontedera”.

LA TESTA – Massima concentrazione, quindi, facendo particolare attenzione all’aspetto mentale: “In queste gare, secondo me, il valore tecnico di una squadra conta fino ad un certo punto, in quanto diventa fondamentale l’aspetto mentale. Sicuramente devi star bene fisicamente, ma poi devi scendere in campo tranquillo, sereno, dando tutto e senza fare calcoli. Domenica sarà importante il fatto di giocare davanti ai nostri tifosi in una gara secca, normale che un doppio incontro sarebbe stato diverso, comunque, ci agevolerà giocare al Via del Mare”.

 Qui di seguito la video-conferenza tenuta questa mattina da Stefano Salvi al “Comunale di Squinzano”.

 

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.