La creatività abita nel Sud Italia. Si parte dal telefono cellulare da tenere sugli occhi al dispositivo per trasformare la bicicletta tradizionale in elettrica.  Impossibile dimenticare l’utensile per mangiare olive e riporne il nocciolo senza contatto manuale. Invenzioni più o meno utili, sicuramente bizzarre, quelle che fanno della Puglia una delle regioni più creative in Italia, con Bari al primo posto per invenzioni (63) e marchi (748), secondo dati diffusi ieri da Senaf su base Ufficio italiano brevetti e marchi.

In generale, però, “da gennaio ad agosto 2013, sono state 5.976 le domande per invenzione depositate dagli italiani: un dato che conferma una certa stabilita’, rispetto allo stesso periodo del 2012, dove sono state depositate 5.990 invenzioni. Per quanto riguarda i marchi, nei primi otto mesi del 2013, sono state 37.441 le richieste contro le 36.525 dello stesso periodo 2012 (+2,5%)”.

Sono questi i dati elaborati da Senaf su base Uibm (Ufficio italiano brevetti e marchi), in occasione del Salone della Proprietà industriale che si svolgerà lunedì 30 settembre al Centro Congressi Palacassa, presso Fiere di Parma, e sarà una giornata dedicata all’informazione e all’aggiornamento delle aziende sui temi della tutela e della valorizzazione di marchi, invenzioni, modelli e disegni.

 

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.