Tempo di lettura: 1 minuto

LECCE (di Pierpaolo Sergio) – Grande successo ed applausi a scena aperta per il concerto Wonderful Pianodel performer, pianista e cantante Matthew Lee, al secolo Matteo Orizi, che si è tenuto ieri sera al Teatro Apollo di Lecce, in occasione dell’inaugurazione della 49^ Stagione Concertistica della Camerata Musicale Salentina.

Il palcoscenico del restaurato contenitore culturale leccese ha vibrato al suono della stentorea voce del 36enne talentuoso artista pesarese che, per l’occasione, è stato accompagnato dall’Orchestra della Magna Grecia, diretta dal maestro Valter Sivilotti. Si può certamente parlare di esame superato, poiché la perfetta fusione tra la band di Lee e l’Orchestra ha reso l’evento ancor più spettacolare e riuscito.

Nel programma proposto agli spettatori leccesi c’erano il Rock’n roll e le atmosfere dei ruggenti Anni Cinquanta, spaziando sapientemente e con eleganza tra tanti evergreen quali, ad esempio, Elvis Presley (It’s now or never), Bruno Mars (Just the way you are), Domenico Modugno (Volare) Edoardo Bennato (L’isola che non c’è), Paul Simon (Bridge over troubled water) o Fabio Concato (Fiore di maggio).

Matthew Lee ha entusiasmato il pubblico proponendo anche brani di sua composizione ed incantando i presenti con i funambolismi che lo hanno reso celebre a livello planetario, tanto da esser definito “the genius of rock’n’roll” dalla stampa internazionale. Di recente è stato ospite di Fiorello a “Edicola Fiore” e dello show “Cavalli di battaglia” di Gigi Proietti su RaiUno; nel lungo curriculum figura inoltre come il vincitore del Coca Cola Summer Festival nel 2015 nella categoria giovani. Nella sua pur giovane carriera, vanta oltre 1200 concerti tenuti in tutto il mondo.

Commenti