Tempo di lettura: 2 minuti

LECCE – Si è tenuta questa mattina presso gli spazi delle Manifatture Knos la conferenza stampa di presentazione di “oBike”, servizio di bike sharing free floating del Comune di Lecce. Si parte sin da subito con le prime 500 biciclette (diventeranno in totale 1500), messe a disposizione dei cittadini e dei turisti che potranno utilizzarle attraverso un sistema “a flusso libero”, in cui le bici non sono posizionate in apposite stazioni, ma dislocate liberamente sul territorio.

Ed è questa la grande novità rispetto al tradizionale “bike sharing”: l’estrema libertà di utilizzo che permetterà all’utente di parcheggiare la bicicletta in qualsiasi punto della città, a patto che non crei ostacolo al flusso del traffico e dei cittadini che si muovono a piedi.

In Italia, al momento, oBike è presente a Roma, Torino, Ravenna, Rimini, Riccione e altre città della costiera romagnola con oltre 12.000 bici. Il sistema di noleggio e condivisione delle bici è basato su una app gratuita scaricabile sia da Google Play: https://goo.gl/WXBRDz, che da App Store: https://goo.gl/JN983M. Per utilizzare il mezzo, l’utente potrà sbloccare l’antifurto in dotazione attraverso il QR code fornito tramite la stessa App.

Per incoraggiare il corretto posizionamento delle biciclette, oBike ha introdotto un sistema di premi e penalizzazioni. Alla registrazione l’utente riceverà 100 punti che andranno ad aumentare in caso di corretto uso del mezzo e a diminuire ad ogni uso improprio. Più basso sarà il punteggio, più alto sarà il costo del servizio.

Il normale utilizzo del servizio costa 50 centesimi ogni 30 minuti a fronte del versamento di una quota minima di credito di 5 euro. In aggiunta, sarà possibile acquistare tramite la app delle Special VIP card della durata di 24 ore, 3 giorni o delle VIP card della durata di 30 e 90 giorni, per usare in modo praticamente illimitato il servizio nel periodo di tempo indicato ed accedere ad altri privilegi. Tutte le transazioni saranno possibili tramite carta di credito e PayPal.

Commenti