CONDIVIDI

LECCE – Tifosi in attesa ad Avellino, dopo la decisione della Covisoc che ha escluso gli irpini dalla Serie B 2018/2019. Il presidente Taccone è ottimista sull’esito del ricorso da depositare entro la mezzanotte di oggi al Collegio di Garanzia del Coni. La sorte dell’Avellino segue quelle già segnate di Bari e Cesena, le quali comunque non avevano presentato ricorso.

I tre posti vacanti per chiudere l’organico della Cadetteria saranno assegnati tramite ripescaggi che scadranno il prossimo 27 luglio. In lista d’attesa figurano club quali Catania, Novara, Siena, Ternana e Pro Vercelli. Poi il 31 luglio la Figc comunicherà gli organici ufficiali. 

Intanto, stamane gli ultrà biancoverdi, che contestabno la società con striscioni affissi nei pressi dello stadio “Partenio-Lombardi, si sono presentati nel ritiro di Ariano Irpino per dare sostegno e vicinanza alla squadra. Ma la tensione resta sempre alta.

Trapela un moderato ottimismo soloper le dichiarazioni rese dall’avvocato Eduardo Chiacchio di voler prendere le difese dell’Avellino in questa vicenda. La sentenza del Coni è attesa per fine mese, come ha spiegato lo stesso legale: “Il Collegio di Garanzia del Coni è la Cassazione sportiva. Speriamo di risolvere la questione già al prossimo grado, senza pensare ai successivi. La pronuncia del Coni arriverà il giorno dell’udienza. Quando ci sarà l’udienza? Credo tra fine mese e inizio agosto“.

Commenti