CONDIVIDI

LECCE – Dopo capitan Lepore, tocca ad Andrea Arrigoni, motorino del centrocampo leccese per tutta la scorsa stagione, parlare dalla sede del ritiro dei giallorossi al Terminillo e dare le sue impressioni sulla nuova squadra che sta nascendo: “Quello che ci accingiamo a vivere sarà un campionato nuovo per me, visto che si tratterà del mio esordio nella serie cadetta. Sicuramente mi aspetto un torneo difficile e molto competitivo, ci sarà subito da abituarsi alla categoria e fare il meglio possibile. Arriva al momento giusto della mia carriera questa esperienza in Serie B? La storia dice questo, la B arriva ora e sono contento. È inevitabile che, visto anche le tante gare da disputare, la concorrenza aumenti ed è giusto che sia così. Sicuramente sarà uno stimolo in più, al di là del giocare una gara in più o in meno, quel che conta è farsi trovare pronti. Il non avere il posto assicurato alza gli stimoli per cercare di fare sempre meglio. Il nostro è un gruppo forte, che nella passata stagione ha ottenuto un risultato importante e siamo ripartiti subito in questi primi giorni di ritiro con grande entusiasmo, cercando di far integrare subito i nuovi. L’entusiasmo ed il lavoro devono essere la nostra forza in questo campionato. Dovremo avere rispetto dei nostri avversari, consapevoli, però, di poter dire la nostra. Bisognerà capire quanto prima dove dover crescere per alzare l’asticella rispetto allo scorso anno. Il lavoro che stiamo svolgendo servirà a mettere le basi per quella che sarà la nostra stagione. Il mister lo conosciamo bene ma, sicuramente, ci saranno delle cose nuove da imparare assieme, lavorando con entusiasmo ed intensità”.

Commenti