CONDIVIDI

LECCE – Singolare disavventura per il 22enne secondo portiere del Bari FC 1908, Victor De Lucia. Il calciatore è stato fermato dai Carabinieri per un normale controllo, ma è risultato essere a bordo di un’autovettura di grossa cilindrata rubata.

Stando alle prime notizie, pare che l’episodio sia avvenuato in Umbria, al confine col Lazio, mentre De Lucia era alla guida di un’auto schedata dalle Procure di Firenze e Milano in un’inchiesta sul traffico di autoveicoli rubati. Ora il giocatore biancorosso, ex Catanzaro e Taranto è indagato per ricettazione, ma si strada l’iopotesi che potrebbe essere stato vittima di un raggiro.

Intanto, il procuratore di De Lucia, Francesco Iovino, ha diffuso una nota secondo cui l’estremo difensore barese è parte lesa nella vicenda: “In merito a quanto diffuso sui diversi organi di informazione, in relazione alla vicenda di presunta ricettazione che ha coinvolto il portiere del Bari, tengo a fornire alcune dovute precisazioni. Victor De Lucia ha legittimamente acquistato, presso una nota Concessionaria di Milano, una vettura Range Rover poi risultata essere rubata a seguito di alcuni controlli di Polizia. Lo stesso si dichiara estraneo ai fatti contestati ed al contrario si ritiene danneggiato e parte offesa del procedimento. Proprio a tal fine, Victor ha già trasmesso tutta la documentazione in suo possesso a Milano presso il suo legale di fiducia l’Avv. Aldo Cribari, al fine di tutelare i suoi diritti e la sua immagine, nonché per richiedere il risarcimento dei danni subìti“.

Commenti