CONDIVIDI

LECCE – Saranno Stati Uniti, Messico e Canada (134 voti) ad organizzare, congiuntamente, il prossimi Mondiali di Calcio del 2026. Poco fa è giunta la decisione della Fifa che ha premiato la migliore organizzazione dei Paesi d’oltreoceano rispetto all’altra candidata che era il Marocco (67 voti).

A concorrere negativamente alla bocciatura dello Stato africano sono stati, in particolare, i sistemi di trasporto e di comunicazione non ritenuti all’altezza dell’evento.

Saranno 48 le federazioni partecipanti: 16 dell’Europa, 9 per l’Africa, 8 per l’Asia, 6 per il Nord e Centro America, 6 per il Sudamerica ed 1 squadra per l’Oceania. Le Nazionali dei tre Paesi organizzatori saranno qualificate di diritto, mentre le ultime due squadre dovranno superare un torneo a sei.

La rosa provvisoria di 23 località, sarà ridotta a 16 città. Edmonton, Montreal e Toronto sono le città presentate dal Canada; Città del Messico, Guadalajara e Monterrey quelle proposte dal Messico. Sedici, invece, le sedi presentate dagli USA: Atlanta, Baltimora, Boston, Cincinnati, Dallas, Denver, Houston, Kansas City, Los Angeles, Miami, Nashville, New York, Orlando, Philadelphia, San Francisco, Seattle e Washington.

Commenti