CONDIVIDI

LECCE – Non sono cominciate nel migliore dei modi le Semifinali play-off per le squadre che quest’anno hanno disputato il Girone C di Lega Pro. Catania e Cosenza, infatti, sono state sconfitte 1-0 in casa, rispettivamente, di Siena e Südtirol.

Gli etnei hanno pagato dazio all’unico errore difensivo di una gara gestita per lunghi tratti. La supremazia catanese però è stata sterile e non c’è stato nessun vero colpo per la difesa del Siena.

Matteo Pisseri

I toscani hanno sfruttato al meglio l’errore di Pisseri che, al 25′ della ripresa, ha letto male un cross di Neglia regalando l’appoggio vincente a Marotta. E dire che l’azione era partita da una palla-gol nitida non sfruttata da Barisic su assist di Mazzarani.

Nel finale sono stati vibranti le proteste di Biagianti e compagni a seguito di un contatto proibito nell’area senese tra Marotta e Russotto, considerato regolare dal direttore di gara Robilotta. Ai rossazzurri servirà ora una vittoria in casa e il tecnico Cristiano Lucarelli si è detto fiducioso sulla potenziale rimonta.

Non se la passa meglio il Cosenza. I Lupi della Sila hanno sofferto l’aria delle Dolomiti e al “Druso” di Bolzano la Südtirol ha conquistato il primo round della semifinale. Il gol è arrivato, va detto, in zona Cesarini. Il centrocampista altoadesino Michael Cia, durante il primo minuto di recupero, ha convertito in rete una mischia.

A Piero Braglia resta il rimpianto per il gol annullato a Perez al 31′ della ripresa. “Giocheremo fino alla morte – ha dichiarato l’ex trainer del Lecce – È difficile commentare questa partita perché loro ci hanno aspettato giocando una gara di contenimento, cosa che faranno anche a Cosenza a maggior ragione avendo anche il gol di vantaggio. Nulla è compromesso, non dobbiamo demoralizzarci ma rimboccarci le maniche”. 

I risultati (gare di ritorno domenica 10/06 alle ore 20:30):

  • Siena-Catania 1-0
  • Sudtirol-Cosenza 1-0
Commenti