CONDIVIDI

LECCE (di Pierpaolo Sergio)- Le pagelle di Lecce-Racing Fondi vedono brillare Marco Mancosu, Checco Lepore e Matteo Di Piazza che sfoderano una grande prestazione che aiuta i giallorosso a tornare al successo casalingo che mancava da febbraio (contro il Catanzaro).

PERUCCHINI: La squadra ospite si affaccia poche volte in area leccese e, quando lo fa, lui si fa sempre trovare pronto. VOTO: 6

LEPORE: Segna un eurogol che fa venire giù il Via del Mare. Quel tiro che bacia il palo e si insacca sembra rompere un incantesimo che durava da troppo ed ha il potere di sbloccare mentalmente la squadra salentina. Mobile e reattivo sulla sua fascia di competenza, accusa un piccolo black out in avvio di ripresa quando pensa più a battibeccare con i compagni che a seguire gli avversari. VOTO: 6,5

COSENZA: Attento e arcigno come sa essere quando guida la difesa giallorossa. Monta una guardia spietata sugli attaccanti fondani a cui lascia le briciole. VOTO: 6,5

LEGITTIMO: Preferito a Marino, gioca con diligenza ma un po’ troppo timore reverenziale nei confronti di Corvia al quale prende le misure solo in corso d’opera. VOTO: 6

CIANCIO: Fa la staffetta con Mancosu sulla fascia mancina; meglio in fase offensiva che in marcatura. Concede troppo spazi ad Addessi e tarda in alcune chiusure. VOTO: 5,5

MANCOSU: Per tutto il primo tempo appare indiavolato e gioca una grande gara fatta di corsa e velocità che mette in grave imbarazzo la retroguardia laziale. Sfiora il 2-0 per due volte con bordata però centrali e si segnala per il gran dinamismo che dà alla manovra leccese. VOTO: 7 → (dal 43’ st) PACILLI: La cosa più bella è la grande attestazione che i tifosi giallorossi gli tributano all’ingresso sul manto erboso. VOTO: S.V.

ARRIGONI: Giostra con la solita maestria davanti alla difesa e smista un numero incredibile di palloni nella trequarti avversaria. VOTO: 6 → (dal 43’ st) SELASI: S.V.

ARMELLINO: Non particolarmente brillante nei primi 45’, recupera comunque palloni su palloni e porta acqua al suo mulino. Nel secondo tempo aiuta i compagni a non concedere troppo campo al Fondi. VOTO: 6

COSTA FERREIRA: I ritmi che gli sono propri ne limitano in avvio di match la pericolosità e penalizzano la mobilità di un Di Piazza che crea spazi e fa i giusti movimenti ma raramente riceve assist degni di tal nome. Ad ogni modo, nella ripresa cresce di ritmo, corsa ed intensità, ma viene richiamato in panca. VOTO: 6 → (dal 35’ st) TABANELLI: Entra in campo tra i mugugni dei presenti sugli spalti. Al primo tocco di palla Si becca pure i fischi per l’errore di misura, poi inventa il cross perfetto per Di Piazza che di testa chiude la gara. VOTO: 6

DI PIAZZA: Altra presenza da titolare e buoni spunti personali. L’intesa con Caturano, tuttavia, resta lacunosa. Proprio da uno scambio tra i due potrebbe nascere il raddoppio dei padroni di casa ma la rete del bomber napoletano è annullata per off-side. Subito dopo, una sontuosa giocata in area del Fondi si spegne di un niente al lato tra gli applausi convinti del pubblico. La rete però arriva nel finale, con tutto il Via del Mare che tratteneva il Fiato per il timore di vivere una beffa atroce. E l’ovazione che riceve è da brividi. VOTO: 7 → (dal 43’ st) DUBICKAS: S.V.

CATURANO: Tanta buona volontà, spirito di sacrificio, ma il gol non arriva neppure oggi. L’istinto dell’attaccante d’area di rigore non riemerge e deve uscire dal campo per far posto al compagno di reparto tra i battimani degli spettatori cui risponde stavolta sereno. VOTO: 6 → (dal 25’ st) SARANITI: Non entra al meglio in clima-partita e trova difficoltà nel trovare spazi e palloni giocabili. VOTO: 5,5

All. LIVERANI: Vittoria doveva essere e vittoria è stata. La squadra giallorossa ha risposto in maniera positiva alle sollecitazioni della classifica e della piazza e lo ha fatto concedendo sì qualcosa alla Racing, ma alla fine di rischi veri e propri se ne sono contati appena due. I 3 punti hanno riportato il sorriso e gli occhi da tigre nei calciatori che hanno voluto dimostrare ai tifosi che adesso c’è coesione ed unità di intenti. Da applausi i baci e gli abbracci con Di Piazza, Caturano e gli altri protagonisti del match che lancia il Lecce ancora più in orbita Serie B. La sosta ora si può vivere con tranquillità e senza ansie. VOTO: 6,5

Commenti
CONDIVIDI
Articolo precedenteIl Lecce respira: Lepore e Di Piazza regalano il secondo successo di fila
Articolo successivoPOST MATCH/ Luiso: “Lecce straforte, ma usciamo a testa alta”
Dal 1995 nelle redazioni televisive (Tele C 10, TV10, TopVideo, Canale 8, VideoSalento, TeleSalento e L'A TV) con conduzione di trasmissioni sportive, culturali, di telegiornali (Studio10News, 10News, Tg8, VS Notizie) e trasmissioni sportive (Fuoricampo, Bomber, Replay, Leccezionale TV), politiche (elezioni e referendum), sociali (Telethon ’97); programmi d'approfondimento e commenti d’eventi sportivi. Nella carta stampata, esperienze con: Il Corriere del Mezzogiorno, LecceSera, PaeseNuovo, Espresso Sud, CittàMagazine, Fuorigioco, L'Ora del Salento, Il GialloRosso. Dal 1999 al 2001 collaboratore fisso del sito leccesette.it Nel biennio 2002-2003 redattore de legiraffe.it Dal 2006 al 2009 direttore responsabile de “Il Picchio Magazine” Dal 2006 direttore responsabile del periodico sportivo “Il GialloRosso” edito dal Lecce Club Centro di Coordinamento; Dal 2006 al 2010 corrispondente dal “Via del Mare” di Lecce per Italia 7 Gold per “Diretta Stadio - Ed è subito goal!” Dal 2012 opinionista de “Palla prigioniera” su corrieresalentino.it Dal 2012 addetto stampa delle associazioni “Noi Lecce” e "Passione Lecce" Dal 2013 direttore responsabile della testata giornalistica Leccezionale Salento