CONDIVIDI

LECCE (di Pierpaolo Sergio) – Per il Lecce è finalmente arrivato il giorno della verità. Non che il campionato si decida oggi con Lecce-Siracusa, ma è ovvio che la formazione giallorossa deve dare un forte e chiaro segnale a se stessa, alla dirigenza, allo staff tecnico, ai propri tifosi ed alle rivali nella corsa alla promozione in Serie B affinché nessuno si illuda che la vetta è diventata tutto d’un tratto alla portata di chi deve rincorrere.

Dopo il ko di Caserta, il patto d’acciaio è stato siglato lunedì scorso, nel chiuso dello spogliatoio, tra i giocatori. Un faccia a faccia come già ce n’erano stati in passato, ma che stavolta ha il sapore diverso, il significato diverso di doversi stringersi a cerchio e rendersi impermeabili a critiche, polemiche, voci destabilizzanti o malumori di sorta nelle ultime 5 gare che mancano alla fine del torneo.

Ieri sera, gli Ultrà Lecce hanno tappezzato la città in punti strategici di striscioni che fanno capire con il semplice messaggio “Cinque vittorie!” quelle che sono le aspettative di una piazza che teme di vedersi beffare sul filo di lana dopo una stagione condotta da protagonista. Un pensiero che è anche quello delle migliaia di tifosi che oggi pomeriggio gremiranno le tribune del “Via del Mare“, che si preannuncia pieno come nelle occasioni che contano.

Un pubblico numerosissimo per una gara di Serie C che non deve essere però vissuto dalla squadra salentina come una pressione, ma uno stimolo a fare quadrato insieme alla propria gente e ritrovare il feeling con la vittoria casalinga che si è andato perdendo da un po’ troppo tempo per una capolista. È questa la risposta che il popolo giallorosso aspetta da ogni giocatore che scenderà in campo, da mister Liverani e da tutti i componenti della famiglia dell’U.S. Lecce. La discesa è iniziata, arrivare al traguardo per primi è l’unico obiettivo possibile.

Commenti
CONDIVIDI
Articolo precedenteNel Castello di Corigliano “Dama: danze e musiche del Salento”
Articolo successivoAll’asta le maglie del Lecce per l’ANDOS
Dal 1995 nelle redazioni televisive (Tele C 10, TV10, TopVideo, Canale 8, VideoSalento, TeleSalento e L'A TV) con conduzione di trasmissioni sportive, culturali, di telegiornali (Studio10News, 10News, Tg8, VS Notizie) e trasmissioni sportive (Fuoricampo, Bomber, Replay, Leccezionale TV), politiche (elezioni e referendum), sociali (Telethon ’97); programmi d'approfondimento e commenti d’eventi sportivi. Nella carta stampata, esperienze con: Il Corriere del Mezzogiorno, LecceSera, PaeseNuovo, Espresso Sud, CittàMagazine, Fuorigioco, L'Ora del Salento, Il GialloRosso. Dal 1999 al 2001 collaboratore fisso del sito leccesette.it Nel biennio 2002-2003 redattore de legiraffe.it Dal 2006 al 2009 direttore responsabile de “Il Picchio Magazine” Dal 2006 direttore responsabile del periodico sportivo “Il GialloRosso” edito dal Lecce Club Centro di Coordinamento; Dal 2006 al 2010 corrispondente dal “Via del Mare” di Lecce per Italia 7 Gold per “Diretta Stadio - Ed è subito goal!” Dal 2012 opinionista de “Palla prigioniera” su corrieresalentino.it Dal 2012 addetto stampa delle associazioni “Noi Lecce” e "Passione Lecce" Dal 2013 direttore responsabile della testata giornalistica Leccezionale Salento