CONDIVIDI

LECCE – Mister Fabio Liverani sa bene come comportarsi dopo un ko che brucia, ma che non deve lasciare pericolosi strascichi. In sala stampa si assume le responsabilità per lo 0-1 incassato dal Lecce, ma non nasconde le difficoltà incontrate: “Il ko? Credo che possa succedere. È vero che oggi non abbiamo fatto una grande partita, ma fino al gol non meritavamo certo di perdere. Questo è il calcio… Spesso abbiamo commentato delle vittorie magari non meritatissime. Lo ripeto fin dal primo giorno che non è un campionato facile. Ciò che devono sapere i ragazzi è che quello che è stato fatto finora è solo merito loro. Una Juve Stabia troppo difensivista? È lo spartito che siamo abituati a vedere. In simili gare non ci sono grandi soluzioni se non la velocità di esecuzione, oggi abbiamo fatto due o tre tocchi per ogni giocata e non va bene. Non dovevamo concedere una palla dritta da cinquanta metri, ma me ne prendo io tutte le responsabilità perché evidentemente non sono stato bravo a far capire i pericoli che nascondeva questa sfida. Tuttavia, 22 risultati utili consecutivi se li sono conquistati con tanto sudore e lavoro. Adesso occorre abbassare la testa e continuare a lavorare. Con i se e con i ma non mi piace convivere, sono molto concreto e poco virtuale… Oggi ci è mancato il guizzo, giocando con poca cattiveria senza creare grandi trame di gioco. Resta però il dato del 75% di possesso palla nella metà campo avversaria“.

Commenti