CONDIVIDI

massimiliano-tangorra-monopoliLECCE – Il Monopoli va via da Lecce copn una secca sconfitta che non rende pieno merito alla buona prova offerta dai biancoverdi. Il primo a rammaricarsene è il tecnico Massimiliano Tangorra, che alcune voci vorrebbero vicino all’esonero. Ma è lo stesso allenatore monopolitano a dire la sua sulla vicenda e sul match: “Io mi sento sempre in discussione, al di là dei risultati. Per la prima volta sono stato squalificato e siccome ho poca confidenza con la tribuna, per questo oggi ero un po’ più calmo in panchina. A me risulta che la società sia compatta nel darmi fiducia. In questi ultimi tempi, pur non avendo raggiunto risultati esaltanti come in avvio di stagione, le prestazioni della mia squadra sono comunque sotto gli occhi di tutti. Oggi per 35 minuti ha giocato solo il Monopoli poi, appena sbagli, le squadre come il Lecce ti castigano. Sono rammaricato perché nelle ultime partite non abbiamo preso tanti punti per quanto abbiamo espresso sul campo. La società mi ha chiesto di migliorare la posizione dell’anno scorso, quando si era salvata all’ultima giornata. Quest’anno l’obiettivo del Monopoli è quindi una salvezza alla penultima giornata per poi puntare più in alto il prossimo anno. Ma ci può stare che il buon inizio abbia fuorviato tutti, me compreso, anche se ho sempre detto che dovevamo puntare alla salvezza e ho sempre mantenuto un profilo basso perché sapevo che il momento di flessione sarebbe arrivato. La lotta promozione? Vedo Lecce e Catania sull stesso gradino, uno più in basso c’è il Trapani”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here