When you install WPML and add languages, you will find the flags here to change site language.

LE PAGELLE-Racing Fondi-Lecce 0-0

pagelle-racing-fondi-lecceFONDI (di Pierpaolo Sergio) – Le pagelle di Racing Fondi-Lecce, match che valeva quale 16^ giornata del campionato di Serie C, vedono sugli scudi Filippo Perucchini, Ciccio Cosenza e Simone Ciancio, autori di prestazioni superiori alla media del resto della squadra giallorossa. Sono loro a meritare i voti più alti in un pomeriggio in cui la stanchezza e l’imprecisione nei passaggi l’hanno fatta da padrone. In ombra Marco Armellino, Checco LeporeMatteo Di Piazza che si è divorato la più nitida pèalla-gol della gara.

PERUCCHINI: Se il Lecce non capitola nel primo tempo il merito è solo suo che nega a Corvia la gioia del gol dell’ex con un intervento strepitoso. Per il resto deve solo svolgere ordinaria amministrazione. VOTO: 7

LEPORE: Si fa vedere spesso in avanti dove scende con continuità lungo l’out destro, ma si distingue perché pecca di precisione sui traversoni che prova a scodellare a centro area. In difesa soffre la verve di Paparusso che lo tiene sepre sul chi va là e finisce piantato sulle gambe. VOTO: 5,5

COSENZA: Impeccabile in marcatura e tempista negli anticipi con cui cerca di imbavagliare l’attacco fondano. Il duello con Corvia lo vede spesso vincitore, tanto che l’ex attaccante giallorosso deve svariare lungo tutto il fronte offensivo per trovare spazi in cui muoversi. VOTO: 6,5

DRUDI: Ritrova al “Purificato” una maglia da titolare e disputa una prova senza evidentissime sbavature. La mobilità di Lazzari gli crea qualche imbarazzo ed è costretto a lasciargli un paio di assist ed una conclusione verso la porta leccese. Esce per crampi. VOTO: 6 —>(dal 79′) RICCARDI: Dà una mano a tenere a bada gli attaccanti mandati in campo nel finale da mister Mattei. VOTO: S.V.

simone-ciancioCIANCIO: Inizia col piglio giusto spingendo con insistenza sulla fascia mancina e creandio superiorità in quella zona di campo. Col passare di minuti il Fondi lo tiene più bloccato in difesa a badare alle incursioni di Addessi e Lazzari che puntano quel settore per impensierire la retroguardia salentina. Si perde Corvia, in complicità con Drudi, nell’occasione più opericolosa dei padroni di casa del primo tempo, ma nella ripresa salva in due circostanze la porta del Lecce con interventi da applausi per tempismo e determinazione. VOTO: 6,5

ARMELLINO: Meglio in fase propositiva, che in copertura dove appare troppo lento e spesso impreciso negli appoggi. Mal digerisce la velocità degli uomini di Mattei che tentano di sorprendere la capolista con rapide azioni avvolgenti. È l’unico a finire sul taccuino dell’arbitro tra gli ammoniti. VOTO: 5,5

ARRIGONI: Meno nel vivo della manovra giallorossa rispetto agli standard delle ultime settimane. Si fa vedere poco e gira a vuoto nel tourbillon creato dal Fondi per tentare le sortite offensive. VOTO: 6

radoslav-tsonev-in-lecce-bisceglieTSONEV: Manovra con una certa voglia e cerca di innescare le punte, ma non sempre viene seguito dagli altri compagni. È pure sfortunato quando colpisce di testa un palo nell’azione che poteva cambiare le sorti dell’incontro. VOTO: 6,5

DI PIAZZA: Appare spento e stranamente scarico sotto porta. Poco mobile, fallisce la più grossa palla-gol creata dalla formazione salentina, sparando addosso al portiere di casa una conclusione che doveva solo essere messa in porta. VOTO: 5,5

PACILLI: Fumnosom e poco concreto anche in questa gara dove, tuttavia, mostra qualche timido segnale di risveglio rispetto all’impegno in Coppa Italia di martedì. Prova a sfondare centralmente palla al piede ma va puntualmente ad ionfrangersi contro il muro difensivo rossoblù. VOTO: 5,5 —> (dal 60′) PERSANO: Trentacinque minuti per cancellare dalla mente l’incubo di Modena. ”Rischia” di bagnare l’esordio stagionale con un gol da tre punti al 94′ che avrebbe dato tutt’altra lettura alla partita del Lecce. Buono l’approccio alla gara e come si disimpegna da trequartista. VOTO: 6

TORROMINO: Come Di Piazza. Pure lui ha una ghiotta chance per segnare, ma la sua botta a colpo sicuro si spegne sulle gambe di un difensore. Non impressiona per dinamismo e cattiveria agonistica. VOTO: 5,5 —> (dall’85’) DUBICKAS: Scampoli di gara per lui. VOTO: S.V.

fabio-liveraniAll. LIVERANI: Alla vigilia sapeva che se il Lecce non avesse giocato in velocità avrebbe sofferto l’organizzazione del Fondi. I suoi ragazzi stavolta non lo accontentano in pieno e porta a casa un punto buono a muovere la classifica, in una giornata segnata dall’emergenza acuita dall’infortunio di Mancosu che lo priva di un giocatore fondamentale per la manovra leccese. La sosta arriva al momento forse più opportuno per recuperare energie e uomini da impiegare nelle ultima gare del girone d’andata e preparasi a quello di ritorno in cui servirà non permettersio cali di tensione come quello di oggi. VOTO: 6

0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*