When you install WPML and add languages, you will find the flags here to change site language.

Liverani: “Pensiamo a correre più degli altri”

fabio-liverani-in-conferenza-stampaLECCE – Fabio Liverani ha tenuto oggi pomeriggio la consueta conferenza stampa pre-gara in vista dell’impegno di domani sera del suo Lecce contro il Cosenza. Il tecnico dei salentini ha parlato dello stato generale di forma della formazione leccese, dei risultati maturati ieri in campionato, delle scelte di formazione e dell’avversario. Ecco come ha presentato l’incontro: “Non credo che giocare a questo punto della stagione in posticipo pesi più di tanto. Può costituire un vantaggio o uno svantaggio magari verso aprile, o maggio. La sconfitta del Catania? Noi dobbiamo pensare a camminare quanto più velocemente possibile, a prescindere da quello che fanno le altre. Dobbiamo continuare sulla striscia delle vittorie, dei punti e delle ultime due prestazioni, che ci danno più certezze delle vittorie stesse. Nelle ultime partite abbiamo visto quanto possiamo essere forti quando giochiamo assieme, con cattiveria e voglia di arrivare al risultato tramite il gioco e la concentrazione. Il Cosenza? Ha una rosa con qualità importanti, ed è quello che dobbiamo tenere a mente, nonostante abbia avuto una partenza non felice. Sarà perciò una gara difficile, del resto in questo campionato non esistono partite facili e sarebbe un errore pensarlo ora. Chi giocherà domani? In attacco ho elementi di qualità che mi danno da pensare quando devo scegliere chi mandare in campo, ma sta a loro crearmi sempre simili diffiocoltà. Anche a centrocampo ci potrebbero essere delle novità perché ci attendono quattro partite in dodici giorni, ma ho la fortuna di avere una rosa competitiva che mi permette di schierare comunque un reparto equilibrato. Pacilli? Gli manca solo il gol. Per il resto sta facendo molto bene da trequartista che, tuttavia, è un ruolo dispendioso fisicamente, perciò deve ritrovare al più presto la migliore condizione. Riccardi? Dopo la gara di Matera mi ha messo addosso dei dubbi ed è stato per questo bravo. Ora so di poter contare su quattro centrali di spessore. Perucchini? Tutto rientrato. Ha lavorato in gruppo e ci sarà”.

0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*