CONDIVIDI

anna-frank-lazioROMA – In seguito ai recenti episodi di cronaca legati all’antisemitismo, che vedono visibili da giorni su muri e cartelli a Roma, in particolare nel Rione Monti, adesivi con l’immagine di Anna Frank con la maglia dell’AS Roma affissi dagli Ultrà della Lazio, la FIGC, d’intesa con il Ministero per lo Sport e l’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane (UCEI), ha disposto l’effettuazione di un minuto di riflessione su tutti i campi di calcio per condannare per continuare a coltivare la memoria della Shoah e l’impegno della società civile tutta, soprattutto assieme ai giovani, affinché ogni contesto sportivo sia luogo che trasmetta valori e formi le coscienze.

Lecce salernitana minuto di silenzioNel corso del turno infrasettimanale, previsto nei campionati di Serie A, Serie B e Serie C e del turno previsto nel fine settimana per i campionati dilettantistici e giovanili, le squadre e gli ufficiali di gara si disporranno al centro del campo prima del calcio d’inizio mentre verrà letto un brano tratto dal Diario di Anna Frank: “Vedo il mondo mutarsi lentamente in un deserto, odo sempre più forte l’avvicinarsi del rombo che ucciderà noi pure, partecipo al dolore di milioni di uomini, eppure, quando guardo il cielo, penso che tutto si volgerà nuovamente al bene, che anche questa spietata durezza cesserà, che ritorneranno l’ordine, la pace e la serenità”.

Intanto, mentre è finita nel Tevere la corona di fiori deposta ieri dal presidente Claudio Lotito di fronte alla Sinagoga di Roma quale omaggio della S.S. Lazio, si segnalano diverse iniziative di club professionistici, tra cui il Cagliari ed il Carpi, che hanno pubblicato sui propri canali web la stessa immagine della giovane scrrittrice ebrea, tedesca di nascita, che passò dal campo di concentramento di Auschwitz a quello di Bergen Belsen, dove a soli 15 anni morì di tifo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here