When you install WPML and add languages, you will find the flags here to change site language.

LE PAGELLE- Lecce-Bisceglie 3-1

esultanza-costaLECCE (di Pierpaolo Sergio) – Le pagelle di Lecce-Bisceglie sorridono per i giallorossi che mantegono fede alla tradizione favorevole negli scontri con i nerazzurri e portano a casa il terzo successo di fila in campionato. Mister Liverani può essere ottimista se il gruppo lo sta seguendo, dimostrando grande spirito di sacrificio e buona propensione alle variazioni tattiche in corso d’opera. Ora che il bomber Salvatore Caturano si è poi sbloccato e che Matteo Di Piazza è tornato riprendendo da dove aveva interrotto, il futuro non può che sembrare meno arduo. Tra i migliori in campo si segnala anche Pedro Costa Ferreira, che ha sostituito l’indisponibile Mancosu e segnato pure una rete.

PERUCCHINI: Becca la solita rete dopo aver compiuto un mezzo miracolo. È un periodo un po’ così ma, se poi arrivano comunque i 3 punti, ben venga incassare qualche rete. Per il resto, ordinaria amministrazione. VOTO: 6

LEPORE: Meno vivace di sabato scorso, ma pur sempre attento e propositivo fino ai minuti di recupero quando si fa vedere in area avversaria per crossare. Qualche impaccio di troppo lo dimostra tuttavia in fase difensiva, quando il Bisceglie attacca con continuità dalla sua fascia. VOTO: 6,5

COSENZA: Non ha bisogno di ricorrere agli straordinari per sovrastare gli attaccanti nerazzurri. Viene però ammonito e deve contenere la sua irruenza per non rischiare di finire anzitempo sotto la doccia. VOTO: 6,5

DRUDI: Un’iniziale deconcentrazione rischia di trasformarsi in un possibile fallo da rigore dopo pochi secondi di gara. Superato l’avvio-choc, prende le misure al diretto concorrente di turno e controlla senza eccessivi imbarazzi. VOTO: 6

DI MATTEO: Anche contro il Bisceglie mostra una gara dalle due facce: spinge con continuità sulla sinistra nel primo tempo, poi rincula a difesa della sua area nella ripresa, quando mostra di andare in difficoltà sulle incursioni degli ospiti. Come gli altri compagni, deve cambiare posizione in campo quando il Lecce passa al 3-5-2, ma non si scompone tanto e trova presto la giusta collocazione, ma serve maggior attenzione in copertura. VOTO: 6

TSONEV: Ancora nell’undici titolare, si conferma ordinato e attento a seguire i dettami tattici del suo allenatore che lo convoglia sulla sinistra a dar man forte a Di Matteo, pur senza strafare. VOTO: 6 —> (dal 77′) MARINO: Il suo ingresso in campo cambia volto alla formazione giallorossa. Il Lecce si schiera infatti per la prima volta col 3-5-2 e contiene il ritorno dei nord baresi. VOTO: 6

ARMELLINO: Prosegue nel personale percorso di crescita in termini di condizione e grinta. Giostra pur con qualche incertezza di troppo in mezzo al campo dove deve spazzare quando ce n’è bisogna e costruire nelle ripartenze. Suo il prezioso e preciso assist per Caturano in occasione dell’1-0. VOTO: 6

ARRIGONI: Gran bella partita per l’ex Cosenza che piano, piano sta prendendo dimestichezza col credo tattico di Liverani. Stoppa le iniziative biscegliesi e fa ripartire la manovra del Lecce con disinvoltura, come nell’azione del gol di Caturano che nasce da un recupero a centrocampo ed una rapida apertura verso Tsonev sulla sinistra. VOTO: 7

spaccata-cosenza-esultanzaCOSTA FERREIRA: Buona gara giocata dal centrocampista, impiegato traquartista da Liverani per il forfait di Mancosu; il numero 8 portoghese unisce qualità e quantità, trovando anche la gioia del gol personale nel 2-0 salentino. Prezioso nei raddoppi quando c’era da difendere il vantaggio nel veemente tentaivo degli ospiti di riaprire il match. VOTO: 6,5 —> (dal 67′) MEGELAITIS: Col suo ingresso in campo il Lecce passa al 4-4-2 e riesce a gestire il ritorno degli ospiti che avevano dimezzato lo svantaggio. VOTO: 6

gol-caturanoCATURANO: Finalmente, Sasà! La scorsa settimana avevamo scritto che il tanto atteso e cercato gol sarebbe alla fine arrivato e così è stato. Gioca la solita partita al servizio della squadra e vede i fantasmi quando sbaglia, nel primo tempo, un colpo di testa facile da centro-area. Poi arriva il pallone buono da spingere in rete e lui si avventa come un falco rapace, non perdonando Crispino e la difesa nerazzurra. Applausi convinti del pubblico al momento dell’uscita dal campo che gli daranno sicuramente ancor più morale. VOTO: 6,5 —> (dall’88’) DUBICKAS: Poco più di 5 minuti in campo. S.V.

TORROMINO: Non trova la botta vincente, finisce spesso in fuorigioco e fa ammattire il suo allenatore quando manovra davanti alla panchina leccese. Non ripete la bella prestazione di Catanzaro, ma risulta comunque sempre una spina nel fianco per la difesa dei biscegliesi, segnalandosi per l’assist che serve a Costa Ferreira sul 2-0. VOTO: 6 —> (dal 67′) DI PIAZZA: Se ce ne fosse bisogno, impiega meno di un quarto d’ora per tornare a gonfiare la rete avversaria con un bellissimo tiro “a giro” che si insacca sul secondo palo. Non contento, sfiora la doppietta con un preciso colpo di testa che però incoccia contra la traversa. Ha morso a lungo il freno dopo la stupidata commessa col Trapani e ora vuol recuperare il terreno perso nei 3 turni di squalifica scontati. Ottimo inserimento a gara in corso e gol scaccia-paura che chiude il match. VOTO: 7

mr-liveraniAll. LIVERANI: Questo Lecce si sta dimostrando camaleontico e capace di soffrire come impone la categoria e la storia delle squadre che poi riescono a costruire grandi stagioni. Due vittorie su due è un biglietto da visita sfavillante per il tecnico romano che sta trasmettendo al Lecce quella carica positiva che permette coralmente di superare le difficoltà e, al contempo, di esaltare i singoli. Dosa con sapienza le energie dei suoi uomini, cambiando al momento opportuno le pedine più stanche. Tuttavia, c’è da lavorare sul calo psico-fisico palesato nuovamente quando il Lecce è in vantaggio ed al momento delle sostituzioni avversarie che portano a segnare proprio i neo-entrati. Sarà solo una casualità? Intanto è giusto gonfiare il petto, ma il campionato non si ferma ed è già tempo di pensare alla gara di martedì con una riposata Sicula Leonzio. VOTO: 7

0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*