When you install WPML and add languages, you will find the flags here to change site language.

Tanti auguri, #spacchilileccemia

spacchilileccemiaLECCE – Anche noi de Leccezionale Salento vogliamo fare gli auguri al gruppo facebook  “#spacchilileccemia ” per il suo primo anno di vita ed aggiungerci alla schiera di tifosi giallorossi che hanno accolto l’invito di postare foto, video e quant’altro possa servire per celebrare questo traguardo. Già il nome scelto per battezzare il gruppo è tutto un programma, almeno per chi segue e conosce le vicende legate alla squadra giallorossa e ne conosce i retroscena, gli episodi, le situazioni, i messaggi sui social e le più piccole o grandi questioni fino in fondo. Non ci vogliamo soffermare tuttavia sull’origine del nome; chi sa (appunto…), ricorda e collega vecchie storie all’attualità.

amministratori-spacchilileccemiaDunque, #spacchilileccemia è un ritrovo di tifosi leccesi sapientemente “selezionati” e coccolati dalle attenzioni dei tre amministratori: Diego Rizzo, Luca Manna e Paolo De Palma che quotidianamente trovano il modo di strappare un sorriso a chi frequenta (e non sono pochi) quella pagina con battute, video, fotografie e trovate degne dei migliori sceneggiatori hollywoodiani.

Un gruppo il cui scopo dichiarato fin dall’inizio è quello di non prendersi, nè prendere mai troppo sul serio l’infernale mondo del calcio ma, soprattutto, quei tifosi che sfogano non proprio… oxfordianamente la rabbia e la frustrazione quando le cose non vanno per il meglio per la propria squadra del cuore. E allora ecco che in un solo anno sono fioriti appuntamenti diventati “cult” per tutti gli iscritti e gli addetti ai lavori quali, ad esempio, le attesissime pagelle a cujona, le magliette con tanto di tormentone “#rugnaBBande” o il pronostico della gara settimanale del Lecce.

Sdramattizare quindi è l’imperativo per godersi ciò che di bello e divertente ci può essere dietro una partita di calcio, una battuta letta su qualche bacheca, o dietro uno scambio di idee che (è vero!) avviene ancora di persona e non in maniera virtuale davanti ad un monitor ed una tastiera…

0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*