When you install WPML and add languages, you will find the flags here to change site language.

Quel papocchio chiamato Play-Off

play-off-e-play-out-lega-proLECCE – Con la sfida Gubbio-Sambenedettese prende il via la girandola dei Play-Off 2016/2017 di Lega Pro che, visti i tanti cambiamenti di regole a giochi in corso e laformula cervellotica adottata dai vertici del terzo campionato italiano, sembrano una sorta di esperimento mal riuscito, all’insegna di un’approssimazione ai limiti del dilettantismo. Ma sarà il campo a dire chi avrà avuto ragione nell’allargare la partecipazione agli spareggi promozione a ben 28 squadre… Una follia! Far giocare praticamente un secondo campionato (finale il 17 giugno a Firenze) dopo 38 giornate della regular season appare una scelta priva di ogni logica, soprattutto se si pensa alle formule introdotte, quindi modificate o emendate quando le griglie erano ancora tutte da completare.

Gabriele Gravina, presidente Lega Pro

Gabriele Gravina, presidente Lega Pro

Sono tantissimi i club che si contenderanno l’ultimo posto utile per approdare in Serie B e fuggire da una categoria che comporta ormai solo enormi esborsi di denaro e non ha affatto quell’appeal tanto invocato e rincorso dal presidente Gabriele Gravina. Inoltre, anche stando alle dichiarazioni del rieletto presidente della Figc, Carlo Tavecchio, l’anno prossimo la Lega Pro rischia di essere vittima dei tagli sconsiderati dei contribuiti legati alla mutualità che il dorato mondo della Serie A e della Cadetteria assicuravano fino a questa stagione.

patch play off Lega Pro 2015-16Ma rifacciamo un po’ d’ordine e capiamo come si svolgeranno questi scontri. Promosse direttamente Cremonese, Venezia e Foggia, le 28 società ammesse a disputare i Play-Off sono così suddivise: tutte quelle che si sono piazzate dal 2° al 9° posto in classifica in ciascuno dei tre gironi, oltre al Catania che ha goduto del lasciapassare pur avendo chiuso a pari punti con la Fidelis Andria all’undicesimo posto ma beneficeranno del posto riservato alla vincitrice della Coppa Italia di categoria. Poiché a vincerla è stato il Venezia promosso direttamente in B, l’altra finalista era il Matera che, però, ha conquistato sul campo la partecipazione ai play-off. Essendo quello lucano un club del Girone C, l’undicesima di quel raggruppamento ha avuto il diritto di accedere agli spareggi in maniera alquanto insperata e fortunosa. Di seguito tutti gli accoppiamenti:

PRIMO TURNO PLAY-OFF LEGA PRO GIRONE A:

E) Livorno-Renate
H) Arezzo-Lucchese
M) Giana Erminio-Viterbese
P) Piacenza vs Como

PRIMO TURNO PLAY-OFF LEGA PRO GIRONE B:

F) Pordenone-Bassano
I) Padova-Albinoleffe
N) Reggiana-Feralpisalò
Q) Gubbio-Sambenedettese

PRIMO TURNO PLAYOFF LEGA PRO GIRONE C:

G) Juve Stabia-Catania
L) Virtus Francavilla-Fondi
O) Siracusa-Casertana
R) Cosenza-Paganese

SECONDO TURNO PLAY-OFF LEGA PRO:

Entrano in scena le seconde classificate (Alessandria, Parma e Lecce) e la finalista di Coppa Italia di Lega Pro (Matera). Si gioca in gare di andata e ritorno in programma domenica 21 maggio e mercoledì 24 maggio. In caso di parità, sono previsti i tempi supplementari e gli eventuali calci di rigore.

A) Alessandria-O) Siracusa/Casertana
B) Parma-P) Piacenza/Como
C) Lecce-Q) Gubbio-Sambenedettese
D) Matera-R) Cosenza/Paganese
E) Livorno/Renate-L) Virtus Francavilla/Fondi
F) Pordenone/Bassano-M) Giana Erminio/Viterbese
G) Juve Stabia/Catania-N) Reggiana/FeralpiSalò
H) Arezzo/Lucchese-I) Padova/Albinoleffe

FINAL EIGHT E FINAL FOUR PLAY-OFF LEGA PRO:

Mercoledì 31 maggio e domenica 4 giugno si disputeranno le gare di andata e ritorno dei quarti di finale; infine le semifinali e la finale si giocheranno in gara unica sul campo neutro dello Stadio Artemio Franchidi Firenze, martedì 13, mercoledi 14 e sabato 17 giugno.

0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*