When you install WPML and add languages, you will find the flags here to change site language.

Play-Off: la Sambenedettese espugna 3-2 Gubbio e ora sfiderà il Lecce

gubbio-sambenedetteseGUBBIO – Troppo forte la coriacea Sambenedettese per il garibaldino Gubbio che, nella prima gara dei Play-Off di Lega Pro 2016/2017, pur avendo a disposizione due risultati su tre, ha dovuto cedere agli ospiti l’intera posta in palio, ossia il passaggio al secondo turno contro il Lecce. I marchigiani si sono imposti al “Pietro Barbetti” per 3-2, con le reti messe a segno dal nigeriano Kolawole Oyelola Agodirin al 7′ (sua anche la traversa colpita nel secondo tempo) e doppietta del bomber Leonardo Mancuso prima al 21′ su rigore assegnato dal contestato arbitro Perotti di Legnano per fallo dell’eugubino Volpe sullo stesso attaccantee poi al 75′ a tu per tu con il numero uno umbro. Un uno-due che ha raso al suolo le velleità dei padroni di casa, già usciti sconfitti nel doppio confronto durante la stagione regolare. Nonostante il terzo gol incassato a metà ripresa, il Gubbio di Magi ha avuto un’impennta d’orgoglio nel finale segnando due reti che lasciano tanti rimpianti tra i padroni di casa. Le due squadre avevano chiuso il torneo (Girone B) rispettivamente in sesta e settima posizione di classifica, staccate solo di 2 punti.

Gli uomini di mister Stefano Sanderra, pur rischiando qualcosa al cospetto di un avversario comunque tenace (due gol annullati per fuorigioco a Ferretti e Piccinni), hanno ipotecato con una certa facilità l’accesso alla seconda fase degli spareggi per accedere alla tanto agognata Serie B e si apprestano ora ad affontare il Lecce di Roberto Rizzo nella sfida con gare di andata e ritorno in programma domenica 21 maggio allo stadio “Riviera delle palme di San Benedetto del Tronto e quindi mercoledì 24 al “Via del Mare“.

Qualche grattacapo per i rossoblù potrebbe essere però legato agli infortuni. Alla mezz’ora del primo tempo, il portiere titolare Aridità si è fatto male al piede sinistro in uno scontro di gioco ed è stato sostituito dal secondo Pegorin. In precedenza, il primo cambio forzato si era registrato già intorno al quarto d’ora quando a tornare in panca era stato Grillo per problemi muscolari ed al suo posto era entrato N’Tow.

Il tabellino

Gubbio-Sambenedettese 2-3

GUBBIO: Volpe, Marini, Ferretti, Romano, Zanchi, Conti (dal 67′ Lunetta), Kalombo (49′ Candellone), Burzigotti (78′ Rinaldi), Giacomarro, Casiraghi, Piccinini. A disposizione: Zandrini, Stefanelli, Petti, Croce, Ferri Marini, Monti, Marghi, Bergamini, Otin Lafuete. Allenatore: Giuseppe Magi

SAMBENEDETTESE: Aridità (29′ Pegorin), Di Pasquale, Radi, Grillo (16′ N’Tow), Lulli, Mancuso, Sorrentino, Rapisarda, Agodirin, Vallocchia, Bacinovic. A disposizione: Di Filippo, Sabatino, Bernardo, Pezzotti, Di Massimo, Candellori, Ferrara, Mattia, Mori, Morelli. Allenatore: Stefano Sanderra

ARBITRO: Perotti di Legnano (Fabbro/Diomaiuta). Quarto uomo: Fiorini di Frosinone

Stadio:Pietro Barbetti

Reti: 7′ Agodirin (S), 21′ Mancuso rig. (S), 75′ Mancuso (S), 86′ Casiraghi, 92′ Rinaldi (G)

Ammoniti: 8′ Casiraghi (G), 22′ Lulli (S), 31′ Di Pasquale (S), 30′ Piccinni (G)

Note: Con gli 843 tifosi giunti da San Benedetto c’era anche il sindaco del comune marchigiano, Pasqualino Piunti

1 Comment

  1. claudio colonna 14 maggio 2017 Reply

    questi corrono….la vedo male

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*