Marconi si presenta: “Il riscatto? Se segno gol pesanti…”

michele-marconi-us-lecceLECCE – Per l’attacco del Lecce il rinforzo invernale ha il volto e le caratteristiche tecniche di Michele Marconi. L’ex attaccante dell’Alessandria, giunto in maglia giallorossa con la formula del prestito con diritto di riscatto in favore del club salentino, si è presentato in mattinata alla stampa leccese dichiarando: ”È la prima volta in carriera che gioco al Sud. Inizialmente avevo qualche perplessità legata alla scarsa conoscenza di come si viva in questa piazza, ma non sul Lecce che non ha bisogno di presentazioni. Dei miei nuovi compagni conosco già Arrigoni per averci giocato nel Lecco e Vitofrancesco che era con me all’Alessandria. Inutile negare che sia stata lui una delle fonti a cui mi sono rivolto per avere notizie sulle modalità di allenamento del Lecce ed il gioco voluto da mister Padalino. Se Braglia mi ha detto nulla? No, l’ho salutato prima di andar via e mi ha solo confermato che andavo in una splendida città. Sono sicuro che questa esperienza mi farà crescere; spero di riuscire a far bene e dare una mano a questo gruppo. Vengo da una realtà qual è l’Alessandria dove era difficile trovare spazio. Io sono conscio delle mie potenzialità, ma arrivo qui con umiltà, rispettando chi c’è qui dall’inizio e che ha contribuito a raggiungere il primo posto in classifica. Il Lecce l’ho solo intravisto l’altra sera in tv a Catanzaro, ma ho avuto conferma che si tratta di una formazione che gioca al calcio fino alla fine. Poi ci sono gli avversari che non sempre te lo concedono, ma è una prerogativa della Lega Pro. So per certo che troveremo squadre che si metteranno in undici dietro la linea della palla per non farti giocare. Vengo da una realtà dove chi giocava in attacco ha realizzato 30 gol; qui trovo Caturano che è il capocannoniere del girone, ma sarei presuntuoso a dire che siamo uguali o differenti per caratteristiche. Io sono una prima punta che gioca per la squadra e che cerca di dare una mano in entrambe le fasi e non ho mai giocato, ad esempio, esterno d’attacco. Spero di riuscire a mettere a segno un paio di gol pesanti e centrare l’obiettivo, il che peserebbe sul mio eventuale riscatto”.

0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*