CONDIVIDI

Festival Giornalisti del MediterraneoOTRANTO – Meno di un mese al via dell’8° edizione del Festival Giornalisti del Mediterraneo, in programma a Otranto dal 6 all’11 settembre, dove, fra i numerosi eventi, si terrà la premiazione dei reportage del concorso “Giornalisti del Mediterraneo”, per le sezioni tematiche “Terrorismo internazionale” e “Libertà di stampa”. I premi “Caravella, invece, sono stati attribuiti a Ernesto Galli Della Loggia (Corriere della Sera); Gennaro Sangiuliano (Rai Tg1); Roberto Mastroianni (Rai News 24); Vincenzo Morgante (Rai TGR); Marco Tarquinio (Avvenire); Carlo Borgomeo (Fondazione con il Sud); Antonio Uricchio (Università di Bari). 

Formazione professionale- Numerosi i seminari formativi che si terranno dal 7 fino al 10 settembre. I saloni del Castello Aragonese di Otranto ospiteranno, infatti, ben sette workshop tenuti da importanti firme del giornalismo internazionale, impegnate sul fronte del Mediterraneo e dei suoi scenari in continuo mutamento. Modera Tommaso Polidoro, Presidente del Gruppo Romano Uffici Stampa e Coordinatore Formazione e Innovazione dell’Associazione Stampa Romana. È possibile iscriversi online attraverso la piattaforma Sigef dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti.

Promuovere il marketing territoriale- Saranno oltre 50 i giornalisti presenti, ospiti del Festival promosso dal Comune di Otranto in partnership con l’Associazione “Terra del Mediterraneo”. Non solo testimoni ma anche spettatori di un evento internazionale che rappresenta l’occasione per valorizzare i talenti del mondo del giornalismo e per rilanciare il patrimonio artistico e culturale di Otranto e del Salento.

“Il premio è un evento che arricchisce la Puglia – spiega Luciano Cariddi, sindaco di Otranto – e promuove la nostra Terra, ricca di storia. Per i giornalisti sarà l’occasione di confrontarsi con una comunità che promuove la fratellanza fra i popoli”. “La nostra missione è aggregare e valorizzare i talenti del giornalismo, aggiunge Tommaso Forte, event manager del Festival Giornalisti del Mediterraneo”.

I reportage All’evento parteciperanno scrittori, giornalisti, editori, blogger, social media editor, economisti ed esperti dell’informazione. Otranto aprirà le sue porte alle grandi firme del reportage internazionale e sarà la culla di una kermesse di eventi, fra cui dibattiti, mostre e documentari dedicati al tema dei conflitti internazionali. Le iniziative prenderanno vita in Largo Porta Alfonsina e in Piazza Aldo Moro, per l’occasione trasformate in un salotto della comunicazione, adatto ad ospitare presentazioni di libri e numerosi dibattiti.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.