CONDIVIDI

Sergio Vantaggiato pgrLECCE (di Pierpaolo Sergio) – Il tempo trascorso da una tragedia che ha sconvolto davvero in tanti fa sì che ci sia qualcuno che lo conosca solo di nome o per aver visto qualche sua (rara) fotografia. Gli amici e tanti utenti dei social aiutano però a mantenere vivo il ricordo di Sergio Vantaggiato, un amico prima che un semplice collega, che perdemmo a Parigi, 9 anni fa. Già, il tempo passa ma non può certo cancellare il ricordo, l’affetto ed il dolore per l’assurda ed impunita morte di una persona perbene. La voce storica dello sport su TeleRama fu colui che tra i primi dava ogni giorno notizie in televisione dell’amato Lecce, portando la formazione giallorossa nelle case dei salentini. Fu strappato alla vita a soli 41 anni alla vigilia del rientro in Italia dalla vacanza insieme al figlio Martino, che allora aveva appena 8 anni, ed a suo fratello mentre era nella metropolitana.

Il 12 agosto fu vittima di un vigliacco scippo, cadde sui gradini della stazione della metrò Bir-Hakeim e batté la testa nel tentativo di non farsi rubare il borsello in cui aveva i biglietti di ritorno poiché al rientro lo attendeva la cronaca di un Frosinone-Lecce. Due giorni dopo, Sergio fu dichiarato clinicamente morto dai medici dell’ospedale in cui era statoricoverato e sottoposto a cure intensive nella speranza di poterlo restituire all’amore dei familiari e dei tanti che hanno avuto la fortuna di conoscerlo e lavorarci insieme.

Lo striscione degli Ultrà LecceIl rispetto degli addetti ai lavori e dei tifosi giallorossi se lo era meritato grazie al suo carattere schivo, lontano da ogni frivola brama di notorietà e sempre tollerante, alla grande passione che lo legava ai colori del Lecce ed alla sua professionalità. Il giorno dei funerali, gli Ultrà Lecce attesero il feretro all’esterno del Duomo del capoluogo salentino e gli tributarono uno omaggio struggente oltre che uno striscione con su scritto: “Ciao Sergio… La Curva Nord ti saluta“.

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteDediche da Serie A per Sasà Caturano
Articolo successivoVutov convocato nell’Under 21 bulgara
Dal 1995 nelle redazioni di tv private (Tele C 10, TV10, TopVideo, Canale 8, VideoSalento, TeleSalento e L'A TV) con conduzione di trasmissioni sportive, culturali e politiche, di telegiornali (Studio10News, 10News, Tg8, VS Notizie) e trasmissioni sportive (Fuoricampo, Bomber, Replay, Leccezionale TV), politiche (elezioni politiche ed amministrative, referendum), di carattere sociale (Telethon ’97); programmi d'approfondimento e commenti d’eventi sportivi. Nella carta stampata, collaborazioni con: Il Corriere del Mezzogiorno, LecceSera, PaeseNuovo, Espresso Sud, CittàMagazine, Fuorigioco, L'Ora del Salento, Il GialloRosso. Dal 1999 al 2001 collaboratore fisso del sito informatico leccesette.it Nel biennio 2002-2003 redattore del sito legiraffe.it Dal 2006 al 2009 direttore responsabile de “Il Picchio Magazine” Dal 2006 direttore responsabile del periodico sportivo “Il GialloRosso” edito dal Lecce Club Centro di Coordinamento; Dal 2006 al 2010 corrispondente dal “Via del Mare” di Lecce per Italia 7 Gold per “Diretta Stadio - Ed è subito goal!” Dal 2012 opinionista de “Palla prigioniera” su corrieresalentino.it Dal 2012 addetto stampa dell’associazione “Noi Lecce” Dal 2013 direttore responsabile della testata giornalistica leccezionale.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here