“Donne, malintesi ed euro maltesi” di Marco Rizzo

marco_rizzo_scrittoreCASTRÌ DI LECCE – Ieri sera, la sala “Le Tabacchine” di Castrì di Lecce è stata campo letterario per Marco Rizzo. Il giovane scrittore di Cavallino, più volte premiato in passato per i suoi testi d’autore e su cui Leccezionale (LEGGI QUI) aveva scelto di accendere i riflettori giusto un anno fa, ha presentato al pubblico il suo libro dal titolo “Donne, malintesi ed euro maltesi“. Una silloge, suddivisa in sette racconti (primo racconto dedicato al mondiale 2014 di Mario Balotelli) dal tratto penna divertente ed intrigante. Un libro che Marco Rizzo si è proposto di presentare insieme al consigliere alla Cultura del Comune Castrì, Erica Pellè e al giornalista Pino Montinaro.

locandina libro Marco RizzoSinossi- Che cosa hanno in comune due generazioni di donne, una moneta rara, un giovane spocchioso e un severissimo vigile urbano? E, ancora, quale legame unisce una strana festa a un vecchio scrittore e a un fanatico del pallone? Prima di tutto le donne, protagoniste assolute di ognuno dei sette racconti di cui si compone la silloge. Quindi, l’ineluttabilità della vita, il suo scorrere e assumere pieghe inaspettate, che è consuetudine definire malintesi. Termine che nella sua accezione più ampia assume valore di “qualcosa che non va come dovrebbe”, non per forza, tuttavia, in senso negativo. E infine, l’euro – anzi, la due euro – maltese: un’incognita, una mina vagante, una scheggia impazzita, che ci si presenta inaspettata, in un certo momento della nostra vita e la trasforma per sempre. Perché, in fondo, ciascuno di noi è su questa Terra per vivere un certo numero di anni. E siamo tutti in attesa della due euro maltese ovvero di quell’elemento capace di scompaginare la routine e farci provare l’ebbrezza dell’imprevisto.

2
0

0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*