CONDIVIDI

fukushimaCAVALLINO – In occasione del quinto anniversario del disastro nucleare di Fukushima (2011) e del trentesimo di Chernobyl (1986), sabato 23 aprile a Cavallino (Casina Vernazza, ore 19:00) sarà proiettato il docufilm “Fukushima – A Nuclear Story“, trasmesso in esclusiva su Sky l’11 marzo scorso in contemporanea con 13 Paesi di 3 continenti, dagli Stati Uniti alla Nuova Zelanda, e che sarà presentato a Tokyo il prossimo 10 maggio alla presenza di Naoto Kan, Primo Ministro ai tempi dell’emergenza nucleare. Ospite d’onore della serata sarà Matteo Gagliardi, ideatore e regista del docufilm, che ne svelerà i numerosi retroscena incalzato dalle domande del filosofo Mario Carparelli. Sono previsti i saluti introduttivi di Michele Lombardi (Sindaco di Cavallino), Gaetano Gorgoni (Assessore alla Cultura di Cavallino), Valentina Tondo (Presidente della Cooperativa Sigismondo Castromediano) e Andrea Potenza (PM progetto SAC – Coop. Sigismondo Castromediano). Modera il giornalista Alberto Capraro.

fukushima a nuclear storyRealizzato dalla casa di produzione milanese Teatro Primo Studio – Film Beyond, con il fondamentale contributo giornalistico di Pio d’Emilia ed il supporto di Sky TG24, “Fukushima – A Nuclear Story”, è un film documentario unico e coraggioso, scritto sei mani da Christine Reinhold, Matteo Gagliardi e Pio D’Emilia che, a 5 anni dallo tsunami e dal successivo incidente nucleare giapponese, vuole fare il punto sulla tragedia che ha sconvolto il Giappone.

Ripercorrendo il disastro attraverso gli occhi e la voce del corrispondente di Sky TG24 che vive in Giappone da più di trent’anni, il primo giornalista straniero ad essere entrato nella cosiddetta “zona proibita” ed a raggiungere la centrale nucleare, “Fukushima – A Nuclear Story” offre un punto di vista totalmente inedito della tragedia, narrata da Massimo Dapporto nella versione italiana e da Willem Dafoe in quella internazionale. Pio D’Emilia raccoglie più di 300 ore di materiale: riprese scioccanti, interviste agli abitanti delle zone colpite, alle autorità locali e governative, portando l’attenzione sugli “effetti collaterali” sociali causati dalle scelte del governo e del cosiddetto “villaggio nucleare”.

fukushima a nuclear story mangaChristine Reinhold, Matteo Gagliardi e lo stesso D’Emilia uniscono in questo documentario dopo quattro anni di ricerche la storia di un giornalista che non ha abbandonato il suo lavoro nel momento di maggior pericolo nucleare, i dubbi e i timori di un uomo nei giorni seguenti la triplice tragedia di Fukushima e la ricerca di ciò che è veramente accaduto nella centrale nucleare di Fukushima Daichii. In una intervista inedita l’ex Primo Ministro Naoto Kan rivelerà come Tokyo, e probabilmente il Giappone, si siano salvati per un caso fortuito da una catastrofe ben più grande. Il racconto è scandito dai disegni manga realizzati da Nicola Ronci e Ilaria Gelli dell’Accademia Europea di Manga, dando vita al primo esempio di “manga made in Italy” applicati ad una produzione audiovisiva italiana.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.