Gallipoli, Difino: “Non meritavamo la retrocessione. Di questo campionato salvo…”

difinoGALLIPOLI- La vittoria con il Marcianise, sconfitto per 2-1, non è bastata ad evitare la retrocessione al Gallipoli, tornato in Eccellenza dopo due stagioni. Il difensore giallorosso Gabriele Difino commenta così la domenica caratterizzata dalle emozioni contrastanti del gol messo a segno e del verdetto finale: “Retrocedere è sempre brutto, una sensazione che non auguro a nessuno di provare. –afferma il difensore ex Fondi- Tutto questo noi non lo meritiamo. Non ci aspettavamo questa classifica. Il gol? Sono contentissimo, è la mia prima segnatura in carriera, e l’ho fatto in grande stile”.

L’espulsione però ha guastato la prestazione: “Nel primo tempo ci sono stati battibecchi con i ragazzi della panchina sin dal primo minuto. –rivela Difino- Già dall’andata lì a Marcianise mi avevano puntato e io purtroppo ho fatto il loro gioco. Nel primo tempo ho preso un’ammonizione stupida. Nella ripresa –continua-, appena sono entrato in campo, mi è sbattuta la palla sul braccio per contenere un avversario ed è arrivato il ‘rosso’. Sono contento per aver fatto gol ma aver lasciato la squadra in dieci mi ha fatto sentire in errore verso i miei compagni”.

Il campionato appena concluso lascia comunque qualcosa al difensore nato a Noicattaro: “Di questa stagione salvo la conoscenza con i miei compagni di squadra, -ammette- fino ad adesso non ho mai avuto in campo con me delle persone così stupende, che mi hanno aiutato ad andare avanti in questo cammino. Tra di noi ci siamo dati forza contro tutte le difficoltà per onorare la maglia e la città che rappresentiamo. Le onoreremo fino all’ultima partita. Questo gruppo fantastico mi rimarrà sempre nel cuore”.

E sulle ultime partite: “Manterremo la concentrazione alta e scenderemo sul terreno di gioco per giocarci il match. Anche se a Francavilla Fontana non ci sarò, sono convinto che i miei compagni onoreranno la maglia. Giocheremo fino alla fine, è il nostro lavoro, non conta niente se sei retrocesso o no. Nessuno potrà dirci niente per quello che abbiamo fatto. Chi vincerà il campionato? Lì c’è una bella lotta, è un campionato strano dove tutte le squadre si equivalgono. È imprevedibile, -conclude- i favori per ora vanno alla Virtus Francavilla ma Taranto e Nardò saranno lì fino all’ultimo”.

0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*