Arbitri e sviste, al “S. Vito” si rivedono le… Streghe

Tifosi cosenza ultrasLECCE – Missione compiuta. La capolista Benevento torna a casa indenne dall’insidiosa trasferta a Cosenza (1-1) e ottiene quel punticino che Auteri è la tifoseria campana si auguravano per guardare all’immediato futuro senza avvertire fastidiosamente e pericolosamente il fiato delle inseguitrici sul collo. Fin qui nulla da eccepire, ma vorremmo che lì dove le “streghe” sono di casa nessuno continuasse a vederne in casa altrui.

lopez

Walter Lopez con la maglia del Lecce

A riguardare il rigore letteralmente regalato alla formazione sannita, insieme alla mancata espulsione di Walter Lopez per una plateale gomitata ad un avversario quando il risultato era di 1-0 per i padroni di casa, genera inevitabili strascichi polemici che non si possono tacere. Non vogliamo neppure immaginare il veleno che avrebbe creato il penalty non concesso pochi minuti prima al Benevento se quel gentile cadeau non fosse poi giunto come omaggio piovuto dal cielo… L’incolpevole designatore della Lega Pro, Danilo Giannoccaro, tirato in ballo ad arte e scorrettamente proprio dagli ambienti campani in quanto “colpevole” di essere salentino di origine e di favorire la squadra leccese ha forse ora improvvisamente cambiato residenza e cittadinanza, tanto da meritarsi la stima beneventana?

Danilo GiannoccaroDisconoscere la forza dei giallorossi sanniti sarebbe ingiusto ed anti-sportivo. Affermare che certi aiutini arbitrali però facilitano la corsa alla promozione in B non ci pare affermazione campata in aria, o faziosa. Gli arbitri fanno parte del gioco, lo dovrebbero ricordare tutti, e possono sbagliare. Anche chi li seleziona, visiona e designa però. Ci sono almeno tre piazze nel Girone C che si stanno contendendo il salto diretto di categoria e veder mortificati sforzi economici e atletici per colpa di fischietti senza personalità, facilmente condizionabili da calciatori navigati è molto più grandi di loro è un fattore emendabile.

Giocarsela ad armi pari non sia dunque utopia. A quattro sole giornate dalla fine della regular season si spera di non registrare ulteriori polemiche e direzioni di gara ampiamente insufficienti. Il salto di qualità auspicato dal presidente Gravina passa anche da certi particolari…

0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*