When you install WPML and add languages, you will find the flags here to change site language.

La regista Agnese Correra è pronta a filmare l’arte enoica

Agnese Correra

Agnese Correra

PORTO CESAREO – Agnese Correra, regista salentina e per meglio dire “cesarina” DOC, torna con la telecamera a  lavorare nella sua terra. Dopo aver prodotto il suo emozionante primo corto in pellicola “Zucchero e Farina”,  che raggiunse le finali al Film festival internazionale SALENTO FINIBUS TERRAE, ed è stato trasmesso su Sky e Cooming Soon Television e selezionato al Premio Barocco Film Festival, ora ha deciso di realizzare un’opera più ampia da dedicare alla pittrice Arianna Greco, sua conterranea.

Arianna Greco è la pittrice enoica conosciuta in tutta il mondo che realizza le sue opere usando i vini al posto dei colori.

Le due artiste hanno già collaborato insieme ad Eataly nel novembre 2014. In quell’occasione, Agnese Correra ha realizzato un videoclip su Arianna Greco mentre la stessa realizzava a una sua opera live. In soli 3 minuti, la regista ha condensato la creazione e il compimento dell’opera dell’artista, senza perdere nessuno dei passaggi creativi.

Le riprese del nuovo lavoro inizieranno il 13 luglio; questo film documentario non sarà, però, solo una celebrazione dell’arte di Arianna, bensì della Puglia tutta. Sono coinvolte tre importantissime cantine pugliesi: CONTI ZECCA di Leverano, CONSORZIO PRODUTTORI VINI di Manduria e GRIFO di Ruvo di Puglia.

Arianna Greco

Arianna Greco

Queste cantine fungeranno da prezioso set del film e i rispettivi vini diverranno i colori dell’opera pittorica che si andrà a realizzare, il cui contenuto verrà svelato solo all’uscita del film. Importante anche il sostegno della BCC di Leverano.

Il documentario sarà realizzato anche grazie alla collaborazione della DAUNIA PRODUCTION di Pierlugi Del Carmine, anche lui pugliese; sarà un film in cui vino, arte, paesaggi e personalità pugliesi, daranno vita ad una lente di ingrandimento che farà scoprire la Puglia nella sua parte più autentica e incontaminata che  inebrierà lo sguardo con tutti i suoi colori.

 Agnese Correra, lo presenta così “È un omaggio alla mia terra che ha dato origine a me e ad ogni cosa e persona coinvolta nel film, punto di partenza per un’arte senza confini”.

 

 

1
0

0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*