CONDIVIDI

indexSono arrivato a farmi la pipì addosso perchè, pur avendo il bagno a tre metri, non riuscivo più ad alzarmi. Ero così disperato che presi un aereo e chiesi al dottor Avanzi di tagliarmi le gambe, perchè non ne potevo piu'”: questa la confessione choc di Gabriel Omar Batistuta, ex centravanti di Roma e Fiorentina, in un’intervista a “TyC Sports”. L’argentino è stato uno degli attaccanti più letali e importanti della storia del calcio mondiale, ma dopo aver chiuso la sua carriera agonistica nel 2005 i dolori alle ginocchia, prive di cartilagine, a un certo punto sono diventati insopportabili.

“Ho lasciato il calcio e da un giorno all’altro non riuscivo più a camminare -confessa Batigol-. Avevo visto Pistorius e ho pensato ‘questa è la soluzione per me’. Il dottore però ha deciso di non amputare le mie gambe perchè avevo 38 anni”. Così Batistuta si è sottoposto a un’operazione molto delicata che però gli ha permesso di alleviare il dolore e di tornare a una vita normale: “Il mio problema è che non ho più cartilagine -spiega-. I miei 86 chilogrammi sono appoggiati sulle ossa e lo sfregamento osso contro osso mi generava dolore. Dopo l’operazione la situazione è migliorata, anche se è passato un anno e mezzo. Il dolore sta scomparendo, ho iniziato a camminare, a giocare a golf“.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.