CONDIVIDI

LECCE – Un calcio di rigore realizzato condanna alla sconfitta contro l’Ischia (capolista nel girone E con 4 successi in 5 gare disputate in campionato) la formazione Berretti dell’U.S. Lecce. I baby giallorossi allenati da mister Pedro Pablo Pasculli (ancora squalificato dopo la sanzione che lo ha fermato per 3 turni) non hanno saputo sfruttare le occasioni da gol pur create durante tutte le fasi del match in terra campana e tornano a casa con un ko che brucia.

I ragazzi leccesi oggi erano privi del proprio portiere titolare, ossia Gianmarco Chironi che mister Franco Lerda ha convocato per la trasferta di domani ad Ascoli a causa dell’infortunio dell’estremo Filippo Perucchini rimasto in sede a curarsi.

La gara contro l’Ischia si è decisa sul calcio di rigore, apparso alquanto generoso, che il direttore di gara ha concesso alla formazione di casa e realizzato da Minopoli. A nulla sono valsi gli assalti alla porta ischitana da parte dei giovanotti leccesi che hanno evidenziato scarsa mira sotto porta, fallendo numerose occasioni per riequilibrare le sorti del match contro la nuova capolista solitaria del raggruppamento.

La sconfitta certamente servirà alla truppa giallorossa per proseguire con maggior impegno e caparbietà nel lavoro settimanale svolto sul campo e nella ricerca di una maggiore precisione in zona-gol, lacuna che purtroppo la accomuna ai colleghi della prima squadra.

Il prossimo impegno della formazione “Berretti” vedrà sabato 9 novembre i giallorossi (quarti per differenza reti seppur a pari punti con il Barletta) ospitare per l’ottava giornata di campionato allo stadio “Colaci” di Calimera la Nocerina (quinta) che in classifica insegue il Lecce ad una sola lunghezza (13 punti Lecce, 12 Nocerina).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here